vocg (1)

Description
tora

Please download to get full document.

View again

of 11
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Documents

Publish on:

Views: 4 | Pages: 11

Extension: DOCX | Download: 0

Share
Tags
Transcript
   brutto f. -a ; pl.m. -i  , f. -e   1.   si dice di persona, animale o cosa di aspetto sgradevole, o che comunque produce un’analoga impressione:  un uomo brutto ;  mani, gambe brutte ;  una brutta casa ;  una brutta poesia ;  brutto suono , stridulo, falso;  brutto odore , cattivo 2.  cattivo, riprovevole, sconcio (detto di cosa):  hai preso delle brutte abitudini  ;  mi ha detto delle brutte parole   3.  sfavorevole, negativo:  sei arrivato in un brutto momento ;  ho preso un brutto voto a scuola ;  hai fatto una brutta figura  | grave, doloroso:  ha una brutta malattia ;  mi hanno dato una brutta notizia  | in espressioni di uso familiare:  vedersela brutta , trovarsi in grande difficoltà, in pericolo | vederne, passarne delle brutte , attraversare periodi difficili, pieni di guai | farla brutta a qualcuno , fargli uno scherzo di cattivo genere 4.  che reca danno o molestia; che produce un effetto negativo:  fare un brutto viaggio  | tempo brutto , piovoso, burrascoso | la brutta stagione , l’inverno | mare brutto , mosso, agitato 5.  usato come rafforzativo di un altro aggettivo o sostantivo che ha valore negativo:  brutto villano!  ;  brutta bestia!    6.  (lett.) sporco, imbrattato, sudicio (anche in senso morale) ♦ n.m.   m  pl. -i    1.   m  f. -a ; pl. -e  persona brutta accr. bruttone 2.   ciò che suscita un’impressione estetica sgradevole; ciò che provoca preoccupazione, difficoltà, tristezza:  distinguere il bello dal brutto ;  il brutto di una situazione   3.  cattive condizioni atmosferiche:  il tempo volge al brutto   Etymology:   ← prob. lat.   brūtu(m)   ‘bruto’, con raddoppiamento consonantico.   allegro f. -a ; pl.m. -i  , f. -e   1.  che ha, che dimostra allegria; gaio, lieto, gioioso:  un bambino sempre allegro ;  un temperamento allegro   2.  che suscita allegria, vivace:  musica allegra ;  il rosso è un colore allegro   3.  (scherz.) brillo, alticcio 4.  spensierato, leggero; irresponsabile, poco oculato:  fare vita allegra , vivere tra i divertimenti | finanza allegra , incline allo spreco; incurante delle regole e della legalità 5.  di fuoco, fiamma, vivace, intenso:  tenere la fiamma allegra   ♦ avv.  (mus.) come indicazione agogica, da eseguire in modo veloce, ma non rapido ♦ n.m.    m  pl. -i   (mus.) movimento di una composizione o singolo brano musicale da eseguire in modo veloce, ma non rapido:  allegro brillante, appassionato, moderato   Etymology:   ← dal fr. ant.   allègre , dal lat. ală cre(m); cfr. alacre . arrabbiato di arrabbiare   ♦ agg.   m  f. -a ; pl.m. -i  , f. -e   1.  incollerito, adirato [+ con]:  essere arrabbiato con qualcuno, per qualcosa   2.  affetto dalla rabbia, idrofobo:  cane arrabbiato   3.  accanito, incorreggibile:  un fumatore arrabbiato ;  un tifoso arrabbiato , fanatico | dopo un altro aggettivo, lo rafforza, specialmente con valore negativo:  quel ristorante è caro arrabbiato , molto caro 4.  (agr.) si dice di terreno in cui il frumento cresce male depresso di deprimere   ♦ agg. e n.m.   m  f. -a ; pl.m. -i  , f. -e   1.  che, chi è abbattuto, avvilito, molto triste 2.  che, chi soffre di depressione ♦ agg.   m   e- , f. i - ; pl.m. a- f., regione economicamente e socialmente arretrata; depressazona, area nei significati del verbo |, (med.) polso che rivela polso depresso regione che ha altitudine inferiore al livello del mare |.ipotensione eccitante di eccitare   ♦ agg. m. e f.   m  pl. -i   che eccita, che può eccitare:  atmosfera, spettacolo eccitante      ♦ n.m.   m   i - pl.sostanza che può provocare uno stato di eccitazione stimolando temporaneamente il sistema .il caffè è un eccitante nervoso: felice pl. -ci    1.  che è sereno, appagato, completamente soddisfatto; lieto, contento [+ di, che]:  essere, vivere, sentirsi felice ;  fare, rendere felice qualcuno ;  era felice della vittoria, di avere vinto ;  sono felice che tu sia potuta venire ;  sono felice di   fare la sua conoscenza , nelle presentazioni 2.  si dice di cosa che procura felicità, che soddisfa; oppure di condizione o di epoca, tempo in cui si è (o si è stati) lieti, contenti:  un giorno felice ;  una felice ricorrenza ;  felice anno!, felice notte!  , espressioni di augurio | l’età felice , l’infanzia   3.  si dice di cosa ben riuscita, di avvenimento che ha buon risultato, di attività che ha successo:   un’idea, una frase felice ;  una scelta, un esito, un esordio felice  | avere la mano felice , essere molto abile 4.  (lett.) fertile, fecondo, produttivo:  le felici / aure pregne di vita  (FOSCOLO Sepolcri   165-166) 5.  (ant., lett.) sacro, consacrato:  legar Cupido alla verde colonna / della felice pianta di Minerva  (POLIZIANO) Etymology:   ← dal lat.   felī  ce(m), corradicale di fecŭ ndus ‘fecondo’; propr. ‘che produce frutti, fertile’, e poi ‘felice, propizio’.   impressionante di impressionare   ♦ agg. m. e f.   m   i - pl. uno spettacolo impressionante ; un pallore impressionante che fa impressione; che spaventa: infelice pl. -ci    1.  che non è felice, che vive in condizioni tristi e non può soddisfare i propri desideri, le proprie aspirazioni:  essere, sentirsi infelice ;  un uomo infelice   2.  che è causa di infelicità; che è pieno di tristezze, di sofferenze, di avversità:   un’infanzia, una vita infelice ;  un amore infelice , non corrisposto o contrastato 3.  fatto, riuscito male:  una scelta infelice ;  una casa, una stanza infelice , scomoda, angusta 4.  non buono, sfavorevole; negativo:  clima, posizione, esito infelice   5.  inopportuno:  una risposta, una battuta infelice   ♦ n.m. e f.    m  pl. -ci   chi non è felice Etymology:   ← dal lat.   infelī  ce(m), comp. di ĭ  n- ‘in - ’ e   fē lix - ī  cis ‘fertile, felice’; propr. ‘sterile, improduttivo’.   orribile pl. -i    1.  che suscita orrore; orrendo, atroce, spaventoso:  un fatto, una scena orribile ;  fare una fine orribile ;  propositi orribili   | orribile a dirsi, a farsi , che desta orrore in chi lo dice, in chi lo fa 2.  pessimo, bruttissimo:  tempo, stagione orribile ;  viaggio orribile , lungo e disagiato;  sapore, odore orribile , nauseante, disgustoso Etymology:   ← dal lat.   horribĭ  le(m), deriv. di horrē re; cfr. orrendo .  bello be’ agg. m. e f. invar.   1.  che ha un aspetto gradevole; che piace, che suscita piacere estetico:  un bel ragazzo ;  due begli occhi  ;  bei palazzi  ;   una bell’architettura rococò ;  belle musiche ;  che bello!  , con il nome sottinteso | in senso generico indica ciò che è apprezzabile, ben riuscito, ben fatto, comodo, agevole ecc.:  un bel lavoro ;  una bella gita ;  una bella casa  | begli anni , la gioventù | bella intelligenza, bell’ingegno , vivaci, acuti; anche, persona intelligente | bei modi, belle maniere , cortesia, garbo, gentilezza | (prov.)  non è bello ciò che è bello, è bello ciò che piace  dim. bellino, belluccio 2.  moralmente buono; onorevole; apprezzabile:  un bel gesto, una bella azione ;  è molto bello quello che sei disposta a fare   3.  buono, sereno, calmo (detto di aspetti della natura):  bel tempo ;   a Napoli c’è un bel mare ;  bella giornata ;  bella stagione , primavera ed estate 4.  in alcune espressioni può avere valore rafforzativo, anche in senso ironico:  si tratta di una bella cifra ;   è un bel pezzo d’asino ;  non ti dico proprio un bel niente  | avere un bel fare, un bel dire ecc. , fare, parlare ecc. inutilmente | un bel giorno , un giorno imprecisato, nel passato o nel futuro:  un bel giorno decise di andarsene  | in senso ironico, brutto, cattivo:  che bella figura hai fatto!  ;  bella roba!  ;   bell’amica che è!   | dirne, sentirne, vederne delle belle , cose spiacevoli, sgradevoli, o anche curiose, strane, incredibili | farla, combinarla bella , combinare un guaio | o bella!, questa è bella! , per esprimere stupore, meraviglia ecc. ♦ n.m.   m  pl. -i    1.   ciò che è bello; cosa bella; l’insieme delle cose belle:  avere il senso del bello  | adesso viene il bello , la cosa più importante, più difficile | il bello è che , lo strano è che | avere di bello che , avere un aspetto apprezzabile, una qualità | può avere valore espressivo senza aggiungere significato:  che cosa fai di bello? ;  dove vai di bello?   2.  tempo buono:  da domani dovrebbe tornare il bello   3.   m  f. -a ; pl. -e  persona bella, che si ammira per le doti fisiche:  il bello del paese  | innamorato, fidanzato:  si dimena in discoteca col suo bello di turno  | in espressioni affettuose, familiari o scherzose:  fai la nanna, bello ;  ehi, bello, stai un po’ calmo!    Etymology:   ← lat.   bĕllu(m)   ‘carino’, in srcine dim. di   bŏnus   ‘buono’.  
Similar documents
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks