Urbanistica Parigi

Description
Italian Essay about urban history of the city of Paris - France

Please download to get full document.

View again

of 5
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Documents

Publish on:

Views: 7 | Pages: 5

Extension: RTF | Download: 0

Share
Tags
Transcript
  Urbanistica La prima cinta, la prima “difesa” dell’isolotto occupato dai Parisii, era totalmente naturale: “La terra di quest’isola fu la prima cinta, e la Senna ilsuo primo fossato”, scriveva Victor Hugo. La crescita demograca incessante, la necessit di una difesa militare e quella di ssare e percepire delle imposte per nan!iare lo sviluppo della citt, nonc # il ruolo politico sempre pi$ importante esercitato da Parigi anno portato alla costru!ione di sei cinte murarie nel corso dei secoli. %gni cinta a comportato l’annessione di alcuni territori e villaggi circostanti alla capitale. La muraglia gallo-romana & Parisii, approttando del periodo di pace nei rapporti con i 'omani, estendono il proprio territorio, limitato alla sola (le de la )it#, andando a occupare la riva sinistra della Senna.*el & e && sec. d.) si sviluppa cos+ una cittadina galloromana dotata di monumenti e costru!ioni tipici dei domini imperiali. -uttavia, negli anni /012, le invasioni 3ar3aric e o33ligano i Parisii a rifugiarsi nel loro sito srcinario, la )it#, c e viene circondata da una muraglia eretta per me!!o delle pietre ricavate dalla distru!ione dei monumenti romani. *el &V e V sec. la citt rimane rinc iusa in questa piccola cinta muraria. Da Clodoveo a Suger 4al V& al 5 sec., le !one paludose sono prosciugate e coltivate, e intorno a place de 6r7ve si sviluppano attivit portuali e commerciali. *el periodo merovingio vengono costruiti diversi santuari, di cui per8 rimangono soltanto poc e vestigia nella c iesa della cappella StS9mp orien della c iesa di St6ermaindesPr#s c e fu la necropoli dei sovrani merovingi;.Sotto il regno di <go )apeto, la citt allarga il suo territorio dislocandosi sulle due rive del ume. &l re soggiorna al Palais de la )it# attuale Pala!!o di 6iusti!ia;. Sull’(le de la )=t# vengono edicati nuovi santuari, gra!ie soprattutto a Suger, a3ate di Saint4enis e ministro di Luigi V& e Luigi V&&. La cinta di Filippo Augusto 4al >>1? al >>?, un poderosa muraglia 7 edicata su ordine di @ilippo Augusto, c e voleva garantire una prote!ione a Parigi e ai suoi a3itanti prima di partire per la sua crociata. La cinta si estende per pi$ di 2 Bm ed 7 rinfor!ata, a monte, da uno s3arramento di rilievi montuosi e, a valle, dalla forte!!a del Louvre e dalla torre di *esle attuale &nstitut de @rance;.Le strade vengono pavimentate, contri3uendo cos+ al miglioramento del traCco e delle condi!ioni igienic e. &l paesaggio parigino si arricc isce sempre pi$ di fontane, e gra!ie allo sfruttamento delle fonti, come quella di Delleville, la citt viene dotata di un migliore sistema di approvvigionamento idrico.Vestigia della cinta di @ilippo Augusto: rue des EardinsStPaul e rue )lovis. La cinta di Carlo V Ftienne Garcel, il prevosto dei Gercanti, carica c e aveva acquisito un grosso potere, intraprende il restauro delle vecc ie mura di @ilippo Augusto nel >20. &ni!ia inoltre la costru!ione di una nuova muraglia, c e verr terminata sotto il regno di )arlo V e c e per questo ne porter il nome.  Iuesta nuova fortica!ione 7 poten!iata a est dalla forte!!a della Dastiglia. J preceduta da fossati, come evocano i nomi delle vie odierne rue des @oss#sStDernard e rue des @oss#sStEacques;.Parigi occupa allora KK? a e conta pi$ di >2? ??? a3itanti.sistono gi le strade c e raggiungono il villaggio di Gontmartre, la 3asilica di Saint4enis, la commenda del -emple, il castello forticato di Vincennes. Le mura di Luigi XIII *el 5V& secolo Parigi cresce ancora. *onostante la Lega, le guerre di 'eligione, e l’assedio di nrico di *avarra, la moltiplica!ione del numero diedici civili e religiosi non conosce rallentamenti. )arlo &5 e Luigi 5&&& prolungano verso ovest la cinta di @ilippo Augusto, allo scopo di proteggere il pala!!o del Louvre, in fase di ampliamento, e i quartieri di St6ermain e di 6aillon.)ostruita tra il >0 e il >00, la cinta di Luigi 5&&& sussister no al >/2K. Luigi XIV e Parigi La corte reale lascia ParigiM Luigi 5&V, c e fa il suo ingresso nella capitale nel >02, vi soggiorna per poco tempo. 4ecide infatti di a3itare a Versailles, sen!a tuttavia dimenticare Parigi: fa eseguire, al contrario, numerosi interventi ur3anistici, come quelli in place VendNme e in place des Victoires.&ntorno al >0/?, di ritorno da Vincennes in carro!!a, Luigi 5&V 7 colpito dal pessimo spettacolo c e oOrono le fortica!ioni di )arlo V: sono molto rovinate e anno perso tutta la loro utilit.%rdina dunque di demolirle e di tracciare, al loro posto, un viale piantato con quattro le di al3eri. & fossati vengono colmati e viene reali!!ata una terra!!a sopraelevata con vista sulla campagna. L’insieme diventa un 3el luogo dove passeggiare, in cui quattro carro!!e possono procedere aCancate. La composi!ione di questi “grands 3oulevards” d ini!io all’espansione della citt in dire!ione dei so33org i. Viene costruito il @au3ourg StAntoine e quelli di St6ermain e StGarcel vengono collegati al centro. Le mura degli esattori generali A partire dal >/1K, i limiti di Parigi sono marcati dalle mura degli sattori 6enerali. *on si tratta pi$ di una muraglia di prote!ione, ma di un muro “scale”, eretto per evitare le frodi.)ostruito tra il >/1K e il >//, ricalca il tracciato attuale dei 3oulevard esterni. Lungo  Bm, alto pi$ di  m, circonda Parigi con le sue 2/ “3arriere”, create dall’arc itetto LedouQ. Suscit8 parecc io malcontento tra la popola!ione, espresso eCcacemente nel motto “le mur murant Parisrend Paris murmurant”.%ggi restano ancora quattro di quelle 3arriere: le rotonde di Gonceau e di La Villette, i pavillons carr#s di 4enfert'oc ereau e de la *ation. Le fortica!ioni di #iers L’o3iettivo di queste nuove fortica!ioni 7 militare. L’invasione dell’armatarussa in @rancia, e a Parigi, nel >1>K e nel >1>2, a messo in eviden!a la necessit di proteggere la capitale. LouisAdolp e - iers >//>1//; propone di costruire una cinta forticata distante da > a  Bm dalle mura degli sattori 6enerali, capace di resistere alle 3atterie nemic e. L’idea 7  approvata il >R agosto >1K>. Si innal!ano  Bm di mura in pietra da taglioe pietra molare, protetti all’interno da un largo fossato di >2 m gli attuali 3oulevards des Gar#c auQ; e all’esterno da una !ona militare larga ca ??m, poten!iata da K 3astioni... -ali fortica!ioni non furono mai utili!!ate per respingere truppe nemic e, ma servirono allorc #, diciotto anni pi$ tardi, un progetto di legge sta3il+ diestendere i limiti di Parigi no ai fossati interni. L$annessione del %&'(   A partire dal >10?, tutti i territori situati tra lemura degli sattori 6enerali e la cinta muraria di - iers vengono dunqueannessi alla capitale. Iuattro comuni  Vaugirard, 6renelle, La Villette eDelleville  scompaiono dalle mappe, diventando parte della citt. Settecomuni cedono una parte del loro territorio come Pass9, Auteuil, Derc9;,mentre altri > concedono una parte minoritaria Vanves, &ss9, *euill9,Saint%uen...;.4a questi / 1?? nuovi a, c e porteranno alla crea!ione di ? arrondissement an!ic # >, e dai prodigiosi lavori del prefetto Haussmann, nascer la Parigi moderna. Dalla Comune al %)(( 6li incendi della )omune nel >1/> comportano alcune conseguen!e positive, dal momento c e quasi tutti i grandi edici pu33lici vengono ricostruiti l’HNteldeVille, il Ginistero delle @inan!e, la L#gion d’ onneur;. Vengono restaurati il Palais 'o9al e il Pala!!o di 6iusti!ia, si conclude la costru!ione dell’%p#ra 6arnier e comincia la reali!!a!ione del Sacro)uore.*el >11, in vista dell’sposi!ione <niversale, la -our iOel si staglia nel cielo di Parigi, icona della modernit. &l *ovecento non 7 da meno e contri3uisce all’arricc imento ur3anistico con il pont AleQandre&&&, c e collega gli ) amps#l9s#es agli &nvalides, e la sta!ione d’%rsa9, eretta di fronte al Louvre, sulla riva destra. Ga, soprattutto, prende il via la costru!ione del mondo sotterraneo della metropolitana: gli ingressi delle sta!ioni rmati Hector 6uimard diventano anc ’essi sim3oli della modernit. I limiti attuali La -er!a 'epu33lica fa demolire le fortica!ioni di - iers >>; e ssa, trail >2 e il >?, i limiti denitivi di Parigi: il 3ois de Doulogne e il 3ois de Vincennes portano la sua supercie a >? 2K? a e la popola!ione a  /?? ??? a3itanti nel >K2. Il dopoguerra 4urante la V 'epu33lica, Parigi intraprende grandi opera!ioni immo3iliari. All’ini!io degli anni )inquanta, il governo decide di pianicare una citt d’aOari c e regga il confronto con altre capitali mondiali: nasce La 4#fense. Iuesto progetto grandioso viene disposto lungo un asse prospettico altrettanto grandioso, quello c e dal Louvre raggiunge l’Ftoile e prosegue no alla periferia ovest.4opo la costru!ione della Gaison de 'adio @rance e della reali!!a!ione del front de Seine sotto de 6aulle, il presidente 6eorges Pompidou consegna a Parigi un edicio innovativo e molto discusso: il )entro d’arte contemporanea di Deau3ourg, inaugurato nel >//.*el corso del settennato di Val#rie 6iscard d’staing, viene sta3ilito c e la  sta!ione d’%rsa9 diventi un museo, e i mattatoi di La Villette un museo delle Scien!e. Da *itterrand a C#irac La reputa!ione dei grandi progetti arc itettonici del presidente Gitterrand 7 interna!ionale. -uttavia, 3isogna precisare c e solo il 6rand Louvre, tra tutti i progetti portati avanti, 7 il risultato di un incarico diretto dato dal presidente a un arc itetto. 6li altri monumenti sono stati oggetto di un concorso na!ionale, come il Ginistero delle @inan!e, l’&stituto del Gondo ara3o, la )itt della Gusica, o interna!ionale come l’%p#ra del quartiere della Dastiglia, la Di3lioteca *a!ionale o l’Arc e de la 4#fense.La presiden!a di Eacques ) irac a lasciato a Parigi il Guseo del Iuai Dranl9, ma sem3ra c e l’era dei grandi monumenti si sia pressoc # conclusa, in favore di un’a!ione sulla “citt ordinaria”, per lo meno nella !ona del centro storico. +ggi La priorit 7 oggi il miglioramento dell’am3iente quotidiano degli a3itanti e la salvaguardia del patrimonio arc itettonico, con imponenti lavori di ristruttura!ione. -uttavia, 3asta spostarsi verso ovest e si ritrova l’impulso verso le costru!ioni innovative della citt del futuro: la grande opera di rinnovamento di La 4#fense investe sia nella reali!!a!ione di nuovi edici,svettanti crea!ioni dei pi$ cele3ri studi interna!ionali, sia nella conversione del quartiere, un tempo solo d’aOari, in un’area di maggior vita sociale e importan!a culturale.*el quadro generale di una “parti!ione dello spa!io pu33lico”, i maggiori sfor!i sono oggi compiuti per migliorare la circola!ione e la rete dei trasporti: sviluppo di nuove strade e di piste cicla3ili, reali!!a!ione della metropolitana G#t#or prima linea di metropolitana interamente automatica;, sviluppo della rete tranviaria lungo il perimetro della citt la linea - scorre a sud, una nuova linea dovre33e collegare, nei prossimi anni, la parte orientale;. <n o3iettivo primario 7, infatti, quello di limitare l’uso e il numero delle automo3ili.Alcuni vecc i tratti ferroviari o sta3ilimenti industriali a33andonati vengono riconvertiti per dare un nuovo assetto ai quartieri.&l grande cantiere di Paris 'ive 6auc e c e a ridenito i quartieri di Austerlit!, di -ol3iac e di Gassena ne 7 un esempio signicativo. &l suo monumento faro, la Di3lioteca di @rancia, 7 d’ora in poi circondata da uCci, appartamenti, e da un polo universitario nei pressi degli Anciens Goulins.&l riallestimento del quartiere si coniuga con la ria3ilita!ione di monumentiini!ialmente votati alla distru!ione: i Gaga!!ini 6enerali d’Austerlit!, trasformati in una )itt della moda e del design, o l’eQ sta3ilimento Sudac,c e accoglie una scuola d’arc itettura. &noltre, gra!ie alla passerella pedonale Simone de Deauvoir ??0;, 7 stato gettato un ponte tra la riva sinistra e la riva destra, imperniato sulle no!ioni di cultura e di piacere. , domani.ertrand Delano/  , sindaco di Parigi dal ??>, 7 stato rieletto nel ??1 esi 7 cos+ guadagnato la possi3ilit di lasciare un’impronta pi$ nitida nellastoria cittadina. &l suo impegno per la ridu!ione del traCco edell’inquinamento corsie per gli auto3us, linea tranviaria, Veli3’; trova
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks