Università degli Studi di Milano Bicocca Laurea Magistrale in BIOTECNOLOGIE MEDICHE

Description
Università degli Studi di Milano Bicocca Laurea Magistrale in BIOTECNOLOGIE MEDICHE D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2017/ Premessa 2 Presentazione 3 Obiettivi formativi

Please download to get full document.

View again

of 19
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Advertisement

Publish on:

Views: 2 | Pages: 19

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
Università degli Studi di Milano Bicocca Laurea Magistrale in BIOTECNOLOGIE MEDICHE D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2017/ Premessa 2 Presentazione 3 Obiettivi formativi specifici e descrizione del percorso formativo efficace a interlocutori specialisti dell'ambito sanitario. Questo obiettivo sarà raggiunto grazie alla interdisciplinarità di alcuni insegnamenti e grazie all'attuazione di verifiche in forma seminariale. Capacità di apprendimento (learning skills) I laureati saranno in grado di individuare con profitto le fonti di informazione adeguate alla soluzione di problemi correlati con la salute umana in contesti biotecnologici e sapranno applicarne i contenuti alle problematiche che, in futuro, potranno incontrare. Strumenti didattici: lezioni frontali, seminari e attività pratiche; Modalità di verifica: esami, valutazione di relazioni scritte e/o orali e discussione da parte dello studente di progetti di ricerca. 4 Sbocchi Professionali Il corso di laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche forma laureati esperti nello sviluppo di sistemi diagnostici su base molecolare, nell uso delle biotecnologie applicate alla terapia delle malattie e nel controllo degli effetti secondari di alcune terapie sull uomo. Infine complementa le conoscenze di base e applicative tali da renderle sufficienti per accedere ai livelli di qualificazione superiore quali i master di secondo livello, le scuole di specialità e i dottorati di ricerca. 4.1 Funzioni La laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche consente l inserimento immediato nel mondo del lavoro sia a livello di imprese private che di enti pubblici. Vi é inoltre la possibilità per il laureato di svolgere attività libero professionale di consulenza e progettazione sia in forma indipendente che associata. Il Dottore Magistrale in Biotecnologie Mediche potrà svolgere funzioni gestionali e di elevata responsabilità all interno dei diversi contesti di lavoro, come ad esempio: Sperimentare e coordinare attività e progetti di ricerca in campo biomedico. Sperimentare medicinali innovativi o per terapie avanzate (terapia genica, terapia cellulare, ingegneria tissutale) Partecipare in team multidisciplinari alla pianificazione e definizione di interventi di prevenzione e diagnosi, attraverso la gestione delle tecnologie di analisi molecolare e delle tecnologie biomediche. Partecipare ad interventi di valutazione di terapie mirate sul singolo individuo in base a test genetici e farmacogenomica. Partecipare ad approcci terapeutici, con particolare riguardo allo sviluppo e alla sperimentazione di medicinali o sistemi biotecnologici innovativi da applicare alla patologia umana. Partecipare in gruppi multidisciplinari alla certificazione di prodotti biotecnologici: farmaci, piattaforme diagnostiche, vaccini e brevetti. Partecipare a gruppi di lavoro per la stesura di normative concernenti l'aspetto tecnico/scientifico nell'individuazione di nuovi principi terapeutici: sviluppa brevetti e valuta la relativa applicazione industriale in campo biomedico. 09/03/2017 pagina 5/ 19 4 4.2 Sbocchi Professionali Competenze Il corso di laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche forma laureati con competenze approfondite di: sistemi diagnostici su base molecolare, biotecnologie applicate alla terapia (farmacologica, cellulare e genica) delle malattie e controllo degli effetti secondari di alcune terapie sull uomo. Grazie a queste competenze può svolgere funzioni gestionali e di elevata responsabilità all interno dei diversi contesti di lavoro, come ad esempio: Sperimentare e coordinare attività e progetti di ricerca in campo biomedico. Sperimentare medicinali innovativi o per terapie avanzate (terapia genica, terapia cellulare, ingegneria tissutale) Partecipare in team multidisciplinari alla pianificazione e definizione di interventi di prevenzione e diagnosi, attraverso la gestione delle tecnologie di analisi molecolare e delle tecnologie biomediche. Partecipare ad interventi di valutazione di terapie mirate sul singolo individuo in base a test genetici e farmacogenomica. Partecipare ad approcci terapeutici, con particolare riguardo allo sviluppo e alla sperimentazione di medicinali o sistemi biotecnologici innovativi da applicare alla patologia umana. Partecipare in gruppi multidisciplinari alla certificazione di prodotti biotecnologici: farmaci, piattaforme diagnostiche, vaccini e brevetti. Partecipare a gruppi di lavoro per la stesura di normative concernenti l'aspetto tecnico/scientifico nell'individuazione di nuovi principi terapeutici: sviluppa brevetti e valuta la relativa applicazione industriale in campo biomedico. 4.3 Sbocco Università ed Enti di Ricerca pubblici e privati Strutture del Servizio Sanitario Nazionale e Privato Industrie e Servizi Biotecnologici Industria e vigilanza del farmaco Industria dietetico-alimentare Organismi di Prevenzione Ambientale Strutture Medico Legali Industria Diagnostica e Farmaceutica Organismi notificati e di certificazione (valutazione della conformità) Agenzie regolatore nazionali e internazionali Monitoraggio sperimentazioni cliniche Uffici brevetti Biotech e Genomic Companies Possono inoltre accedere ai Concorsi nei RIS dei Carabinieri per i ruoli tecnico-logistici (reparti investigazioni scientifiche) e ai concorsi per la classe d insegnamento: Codice A00- Scienze naturali, chimica e geografia, microbiologia. Il Laureato Magistrale in Biotecnologie Mediche, previo superamento dell'esame di Stato, può iscriversi all'ordine professionale dei Biologi. Il corso prepara alle professioni di Classe Categoria Unità Professionale Specialisti nelle scienze della vita Biologi, botanici, zoologi e professioni assimilate Biotecnologi 09/03/2017 pagina / 19 4 Sbocchi Professionali Classe Categoria Unità Professionale 2..2 Ricercatori e tecnici laureati nell'università Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze della vita e della salute Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze mediche 5 Norme relative all' accesso Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche occorre essere in possesso della Laurea di primo livello, ovvero di titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. In particolare, possono essere ammessi alla Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche tutti i laureati nella classe delle lauree in Biotecnologie del D.M. 270/04 (classe L-2) o del D.M. 509/99 (classe 1). Possono essere ammessi anche i laureati nelle seguenti classi di laurea del D.M. 270/04 o del D.M. 509/99: Scienze biologiche (classe L-13 o classe 12), Scienze e tecnologie farmaceutiche (classe L-29 o classe 24) e Professioni sanitarie tecniche (classe L/SNT3 o classe SNT/3), previa valutazione del possesso dei requisiti curriculari, come di seguito specificato: Minimo 10 CFU nei seguenti SSD: MAT/05-MAT/0-MAT/09-INF/01-FIS/01-FIS/07-CHIM/02-CHIM/03-CHIM/0-CHIM/08 Minimo 30 CFU nei seguenti SSD: BIO/09-BIO/10-BIO/11-BIO/12-BIO/13-BIO/14-BIO/15-BIO/1-BIO/17-BIO/18-BIO/19-MED/03-MED/04- MED/07. Per gli studenti non madrelingua inglese è richiesto il possesso di una certificazione di lingua inglese, rilasciata da Ente accreditato dall'ateneo, corrispondente al livello B2. Tutti gli studenti saranno sottoposti alla verifica dell'adeguatezza della preparazione personale, che verterà sulle conoscenze dei sistemi biologici, interpretati in chiave molecolare, cellulare e fisiopatologica, ritenute basi indispensabili per l accesso al corso di Laurea Magistrale. Modalità di ammissione Data, luogo, programmi e modalità di svolgimento della verifica dell adeguatezza della personale saranno pubblicati sul sito del Dipartimento di Medicina e Chirurgia ( School of Medicine and Surgery): 09/03/2017 pagina 7/ 19 7 Organizzazione del corso Il corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche è un corso biennale, suddiviso in quattro semestri. Il corso di Laurea Magistrale è così articolato: attività dedicate all approfondimento di tematiche specifiche delle Biotecnologie Mediche; attività sperimentale, finalizzata alla stesura dell elaborato finale. Le attività sono così articolate: 1 Anno - 1 semestre Genomica funzionale, CFU, Esame Medicina molecolare, 10 CFU, Esame Nanomedicina, CFU, Esame Insegnamento a tra: Analisi dei dati, CFU, Esame Fisiologia integrata: dalle cellule ai sistemi, CFU, Esame Tirocinio di Orientamento, 2 CFU, Frequenza 1 Anno - 2 semestre Pharmacology, CFU, Esame Biotecnologie in diagnostica, CFU, Esame Biotecnologie microbiche, CFU, Esame Imaging molecolare in vivo, CFU, Esame Proteomica e metabolomica, CFU, Esame 2 Anno - 1 semestre Insegnamento a tra: Translational approach to neurological disorders, CFU, Esame Translational approach to onco-hematological diseases, CFU, Esame Genetics and re production, CFU, Esame From bench to bedside: translational approach to diseases, CFU, Esame Attività a dello studente, 12 CFU Altre conoscenze utili per l inserimento nel mondo del lavoro, 2 CFU, frequenza 2 Anno - 2 semestre Prova finale, 40 CFU 7.1 Attività caratterizzanti Tali attività sono finalizzate all acquisizione di competenze nei seguenti ambiti: discipline biotecnologiche comuni, medicina di laboratorio e diagnostica, discipline medico- chirurgiche e riproduzione umana, discipline farmaceutiche. 7.2 Attività Tali attività sono finalizzate all acquisizione di competenze interdisciplinari. 7.3 Attività a dello studente 12 CFU per attività scelte tra le seguenti: - insegnamenti proposti annualmente dal Corso di Laurea Magistrale (pre-approvate) 09/03/2017 pagina 8/ 19 - insegnamenti di altri Corsi di Laurea Magistrale dell Ateneo (da approvarsi) - insegnamenti di altri Atenei italiani o esteri, nell ambito di specifiche convenzioni (da approvarsi) 7.4 Tirocini formativi e stage Gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche hanno, nel loro percorso formativo, l obbligo di frequenza di: - un tirocinio di orientamento di 2 CFU, consistente di una serie di attività seminariali riguardanti le ricerche in atto nel Dipartimento di Medicina e Chirurgia e in laboratori di ricerca di strutture esterne, all interno delle quali lo studente si potrà inserire per svolgere il lavoro per la preparazione della tesi sperimentale; - una serie di seminari e attività per acquisire conoscenze utili per l inserimento nel mondo del lavoro, per un totale di 2 CFU; -uno stage per la preparazione della tesi sperimentale per la prova finale, di 40 CFU. Lo stage per la prova finale può essere svolto presso i laboratori di ricerca del Dipartimento di Medicina e Chirurgia o, in relazione ad obiettivi specifici, presso strutture esterne, quali aziende, laboratori pubblici e privati, altre università italiane o estere, anche nel quadro di accordi nazionali e internazionali, sempre sotto la guida di un Docente del CdS, con funzione di Relatore e Tutore. 7.5 Forme didattiche Le attività didattiche previste dal piano di studi consistono in lezioni frontali, esercitazioni in aula, laboratori, tirocinio e stage per la tesi. Al fine di favorire l apprendimento della lingua inglese e l abitudine al suo utilizzo, tutto il materiale didattico utilizzato nel CdLM sarà in lingua inglese; inoltre saranno completamente svolti in lingua inglese i seguenti insegnamenti: - PHARMACOLOGY; - TRANSLATIONAL APPROACH TO NEUROLOGICAL DISORDERS - TRANSLATIONAL APPROACH TO ONCO-HEMATOLOGICAL DISEASES - FROM BENCH TO BEDSIDE:TRANSLATIONAL APPROACH TO DISEASES. In presenza di studenti stranieri tutti i corsi saranno svolti in lingua inglese La quantità media di lavoro di apprendimento svolto in un anno da uno studente, impegnato a tempo pieno negli studi universitari ed in possesso di adeguata preparazione iniziale, è di norma fissata in 0 crediti, ed almeno il 50% dell impegno annuo complessivo deve essere riservato allo studio personale ed alle attività di tipo individuale. Dato 1 CFU uguale a 25 ore di impegno totale da parte dello studente, si è ritenuto di dare le seguenti corrispondenze: 1 CFU di lezione frontale = 8 ore di impegno in aula, 1 CFU di esercitazione = 12 ore di impegno in aula, 1 CFU di laboratorio = 12 ore di impegno in laboratorio, 1 CFU tirocinio/internato/stage per la tesi = 20 ore di impegno in laboratorio. 7. Modalità di verifica del profitto Il corso di studio prevede come accertamento della formazione teorica principalmente esami orali o scritti completati da colloqui con i docenti responsabili. Per alcuni insegnamenti è anche richiesta la presentazione, con relativa discussione, di articoli scientifici. Tutti gli esami potranno essere svolti in lingua Italiana o Inglese. Una parte importante della formazione professionalizzante è costituita dall'internato di tesi, che al termine prevede, da parte dello studente, la presentazione e discussione, in italiano o in inglese, di un lavoro scritto (tesi di 09/03/2017 pagina 9/ 19 laurea) la cui valutazione è correlata alle sue capacità di ricerca, elaborazione e sintesi. 7.7 Frequenza Per poter accedere alla prova d esame è necessario l attestazione di frequenza ad almeno il 70% delle attività di didattica non frontale (esercitazioni e laboratori).l'ottenimento della certificazione di frequenza per le attività di Tirocinio di orientamento e altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro è subordinato all'attestazione di frequenza ad almeno il 70% delle attività. 7.8 Piano di studio Il piano di studio è l insieme delle attività obbligatorie e delle attività scelte autonomamente dallo studente in coerenza con il regolamento didattico del corso di studio. Allo studente, all atto dell iscrizione al primo anno, viene automaticamente attribuito un piano di studio statutario. Per quanto riguarda le attività a, lo studente deve presentare il piano di studio, con le modalità e scadenze definite dall Ateneo. 7.9 Propedeuticità Il corso di studi non prevede alcuna propedeuticità Attività di orientamento e tutorato Nel primo semestre del secondo anno, in concomitanza con la della tesi di laurea per la prova finale, ad ogni studente viene assegnato un tutore con funzione di relatore di tesi Scansione delle attività e appelli d'esame L attività didattica è così organizzata: 1 anno - 1 semestre: Ottobre-Gennaio, frequenza corsi, Gennaio-Febbraio appelli d esame; 1 anno - 2 semestre: Marzo-Maggio, frequenza corsi, Giugno-Settembre appelli d esame; 2 anno - 1 semestre: Ottobre-Dicembre, frequenza corsi, Gennaio-Febbraio appelli d esame; 2 anno - 2 semestre: Stage per la tesi, appelli d esame. I periodi di esame, ciascuno della durata minima di 20 giorni, si differenziano a seconda che lo studente sia iscritto al primo o al secondo anno del Corso di Laurea Magistrale. Per gli studenti del primo anno di corso sono previsti due periodi: Gennaio-Febbraio e Giugno - Settembre; per gli studenti del secondo anno di corso è previsto un unico periodo che va da Gennaio al Settembre successivo. Per motivata causa e con l approvazione del CdS è possibile attuare un massimo di due appelli aggiuntivi al di fuori delle sessioni sopra indicate, anche durante i periodi di svolgimento della didattica. Ulteriori appelli d esame durante i periodi di svolgimento dell attività didattica sono consentiti per qualsiasi corso di insegnamento solo per gli studenti fuori corso. Come previsto dal Regolamento Didattico di Ateneo gli appelli d'esame devono essere minimo cinque per anno accademico e distanziati di almeno due settimane. Ai sensi di quanto previsto dallo Statuto di Ateneo, le Commissioni per gli esami di profitto sono composte da almeno due membri. 09/03/2017 pagina 10/ 19 8 Prova finale Per il conseguimento della Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche è obbligatorio lo svolgimento di una tesi elaborata in modo originale dallo studente, sotto la guida di un Docente Relatore. La prova finale prevede la presentazione di un elaborato scritto (tesi di laurea in lingua italiana o inglese) e la sua discussione (in lingua italiana o inglese a discrezione dello studente) davanti ad una commissione nominata dal Direttore di Dipartimento di Medicina e Chirurgia. La tesi è sempre di natura sperimentale, cioè un lavoro di ricerca che fornisca un contributo originale allo sviluppo delle conoscenze dei settori oggetto del progetto. Le modalità di svolgimento del lavoro di tesi sarà concordata con il Relatore. 9 Modalità di svolgimento della prova finale La prova finale sarà discussa in seduta pubblica, davanti ad una commissione di docenti, che esprimerà in cento decimi la valutazione complessiva con eventuale lode che tenga conto dell'intero percorso di studi. Per essere ammesso alla prova finale, lo studente deve avere conseguito i crediti relativi alle attività previste dal percorso formativo che, sommati a quelli da acquisire nella prova finale, gli consentono di ottenere 120 crediti. Le sessioni di laurea sono definite annualmente dal Consiglio di Dipartimento ed il relativo calendario è pubblicato sul sito 09/03/2017 pagina 11/ 19 10 Riconoscimento CFU e modalità di trasferimento Il riconoscimento è limitato ai crediti precedentemente acquisiti, presso l Ateneo di Milano-Bicocca o altre Università italiane o straniere, in settori scientifici disciplinari presenti nell offerta formativa o in ogni caso coerenti con gli obiettivi formativi specifici del Corso di Laurea Magistrale. In base al D. M. 270/2004 e alla L. 240/2010, il numero massimo di crediti formativi universitari riconoscibili per conoscenze e abilità professionali è 12, complessivamente tra corsi di laurea e corsi di laurea magistrale. Il riconoscimento potrà essere deliberato dal Consiglio del CdS solo in termini rigorosamente individuali e attraverso puntuali procedure di accertamento e certificazione. Le attività già riconosciute ai fini della attribuzione di crediti formativi universitari nell ambito di Corsi di Laurea non possono essere nuovamente riconosciute come crediti formativi nell ambito del Corso di Laurea Magistrale. Le domande di trasferimento da altri Atenei saranno valutate in termini rigorosamente individuali e in linea di principio si valuteranno i contenuti dei corsi già effettuati in riferimento a quelli previsti dal piano didattico vigente. 11 Attività di ricerca a supporto delle attività che caratterizzano il profilo del corso di studio Presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia sono attivi molti gruppi impegnati in ricerche di medicina traslazionale con risvolti biotecnologici. A titolo esemplificativo si possono citare: lo studio di diverse patologie umane mediante caratterizzazioni genomiche, trascrittomiche e proteomiche, al fine di definirne l eziopatogenesi e identificare biomarcatori utili per la diagnosi precoce; la produzione di modelli animali di patologie, per lo sviluppo di nuovi approcci diagnostici e terapeutici; l isolamento e la caratterizzazione molecolare e citogenetica di cellule staminali per lo sviluppo di nuove terapie cellulari; l utilizzo e la messa a punto di tecniche innovative di imaging molecolare su modelli animali di patologia neoplastica; la messa a punto di nuove tecniche di nanomedicina, applicabili sia alla diagnostica che alla terapia; lo sviluppo di nuovi saggi per implementare la diagnostica microbiologica. 12 Docenti del corso di studio Docenti di riferimento A.A. 2017/2018: BIONDI Andrea MED/38 COCUZZA Clementina Elvezia Anna MED/07 GIOVANNONI Roberto MED/04 MENEVERI Raffaella BIO/13 PARENTI Marco Domenico BIO/14 RAIMONDO Francesca BIO/12 09/03/2017 pagina 12/ 19 13 Altre informazioni Sede del Corso: Edificio U8, via Cadore 48, Monza Presidente del Consiglio di Coordinamento Didattico: Prof.ssa Raffaella Meneveri Altri docenti di riferimento: Prof.ssa Rosa Maria Moresco - Orientamento in uscita; Prof. Marco Domenico Parenti -Internazionalizzazione; Dott. Roberto Giovannoni - Orientamento in itinere; Dott.ssa Cristina Bianchi - Sessioni di Laurea. SEGRETERIA DIDATTICA D'AREA MEDICINA E CHIRURGIA Edificio U8, Via Cadore 48, Monza MB Indirizzo internet del Corso di
Related Search
Similar documents
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks