SUPPLY CHAIN SECURITY

Description
Allagamenti o disastri naturali - Furti - Scioperi - Bancarotta o fallimento di fornitori o partner - Prodotto difettoso e pericoloso - Infortuni sul lavoro - Danno ambientale - Impossibilità di accesso

Please download to get full document.

View again

of 6
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Design

Publish on:

Views: 6 | Pages: 6

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
Allagamenti o disastri naturali - Furti - Scioperi - Bancarotta o fallimento di fornitori o partner - Prodotto difettoso e pericoloso - Infortuni sul lavoro - Danno ambientale - Impossibilità di accesso alle strutture - Guerre o terrorismo - Sabotaggio - Ritardo nella consegna al cliente - Blocco della produzione - Deterioramento del prodotto - Contraffazione - Guasti o fermio macchine - Incendi - In che misura la Sua azienda è vulnerabile ai diversi tipi di rischio? SUPPLY CHAIN SECURITY RELIABILITY RISK MANAGEMENT GOVERNANCE Spionaggio industriale - Ritardo dei fornitori - Mancanza di materie prime - Aumento incontrollato dei prezzii Attuare una efficace politica di gestione dei rischi per dare garanzie ad Azionisti e Stakeholder e assicurarsi un buon Rating Un convegno completo per approfondire: Come limitare le Responsabilità lungo la Supply Chain - Responsabilità da Prodotto Difettoso o Pericoloso - Responsabilità in materia di Rischi Industriali - Responsabilità di Safety e Security Valutare le tipologie di rischio più critiche nelle varie fasi della Supply Chain - Approvvigionamento - Magazzini e Movimentazione - Produzione - Distribuzione Cosa prevedono le varie norme sulla Governance (Legge 231, Sarbanes Oxley) relativamente alla Supply Chain e come adempiervi Effettuare un efficace Audit e precisi controlli interni per valutare la vulnerabilità della filiera Verificare l affidabilità dei principali della Supply Chain e controllarne l operato Valutare l adeguatezza delle proprie Coperture Assicurative per limitare i rischi Intervengono i più qualificati esperti in tema di Security e Responsabilità: STUDIO LEGALE SANTOSUOSSO E ASSOCIATI STUDIO LEGALE GUARDAMAGNA E ASSOCIATI PROJECT MANAGEMENT SERVICE KEYPROJECT Media ALFACOPLAN STUDIO LEGALE MAININI E ASSOCIATI STUDIO LEGALE TILLI AON Il 1 evento interamente dedicato alla Sicurezza lungo TUTTA la FILIERA!!! Che cosa prevedono i Sistemi Qualità e altri Sistemi di Gestione Aziendali relativamente alla Supply Chain per garantirne la sicurezza Milano, 3 e 4 dicembre Starhotel Ritz Rivolto a: Inoltre... Speciale Approfondimento Workshop Post-Convegno 5 dicembre 2007 AUDITING del MAGAZZINO TECNICHE, METODI e INDICATORI per monitorare l efficacia e l efficienza del magazzino Direttore Operations Direttore Supply Chain Direttore Acquisti Risk Manager/Security Manager Internal Auditor Per iscriversi:tel Fax Sito: Come riconoscere e limitare la vulnerabilità dell intera catena, sia a monte, sia a valle? In che modo monitorare e garantire la Business Continuity? Come definire e limitare le Responsabilità tra i vari attori? Oggi più che mai tutte le aziende, indipendentemente dal tipo di prodotto e dalla loro posizione, si trovano ad operare in un ambiente in cui la componente di rischio è sempre più elevata. Le azioni e le performance dei vari anelli della catena, possono compromettere significativamente l efficienza e l efficacia complessive di tutta la filiera della propria azienda. L Istituto Internazionale di Ricerca, forte di una pluriennale esperienza nel campo Industrial, ha organizzato il 1 convegno interamente dedicato alle soluzioni delle problematiche legate alla sicurezza lungo tutta la filiera. A differenza dei tanti convegni organizzati su questo argomento, questo è l unico che offre un indagine dettagliata delle criticità nelle diverse fasi: Approvvigionamento Magazzino e Movimentazione Produzione Distribuzione Un opportunità IRRIPETIBILE per ottenere, in un unico incontro, precise indicazioni su come affrontare le problematiche legate alla Contraffazione e limitare i diversi tipi di Responsabilità da Prodotto,di Safety e Security e in materia di Rischi Industriali. Le forniremo inoltre gli strumenti idonei sia per effettuare un efficace Audit lungo tutta la filiera, sia per valutare l adeguatezza delle proprie Coperture Assicurative. Esperti Consulenti forniranno metodi e modelli per effettuare un efficace check-list e valutare i punti più vulnerabili della propria filiera. Qualificati legali daranno chiarimenti e consigli per riconoscere e limitare le responsabilità. Inoltre potrà partecipare al Workshop post-convegno su AUDITING del MAGAZZINO. Oltre a fornirle un metodo per verificare e migliorare l efficacia e l efficienza dei flussi di materiali all interno di aree produttive e magazzini, avrà la possibilità di assistere direttamente all esame di casi aziendali reali ricavando così spunti concreti da portare in azienda. Si affretti dunque a compilare la scheda d iscrizione ed inviarla al n. 02/ Per qualsiasi informazione o chiarimento non esiti a contattarmi al n. 02/ , oppure visiti il nostro sito internet Nell attesa di conoscerla personalmente in questa occasione, Le porgo i miei più cordiali saluti. Dott.ssa Rita Zofanti Conference Manager Altre iniziative IIR Industrial La divisione IIR Industrial è da anni leader nel campo dell aggiornamento e della formazione specifica IIR Industrial per il mondo del Manufacturing. Le ricerche di mercato condotte da un Team dedicato permettono di organizzare conferenze e seminari studiati appositamente per soddisfare le esigenze informative delle aziende, fornendo informazioni complete ed oggettive su un vasto numero di tematiche di grande interesse ed attualità. La pluriennale esperienza di IIR Industrial ha permesso di organizzare eventi ai quali hanno partecipato manager e aziende di grande rilievo nel panorama industriale italiano. Il LAYOUT INDUSTRIALE / Riprogettare il MAGAZZINO / ottobre IMPLEMENTING RFID ottobre L Uso di SAP nella Supply Chain novembre K.P.I. dell Uff.ACQUISTI - Key Performance Indicators novembre FLEXIBLE MANUFACTURING novembre Per saperne di più, visiti il nostro sito oppure chieda il programma dell evento che Le interessa: Tel SUPPLY CHAIN SECU Institute for International Research (IIR) BV, 1995 LUNEDÌ 3 DICEMBRE 2007 Chairman: Giovanni Santosuosso STUDIO LEGALE SANTOSUOSSO E ASSOCIATI 9.00 Registrazione dei Partecipanti 9.15 Apertura dei lavori a cura del Chairman STRUTTURE INDUSTRIALI 9.30 Quali profili di Responsabilità sono previsti dalla normativa in materia di Rischi Industriali Distinguere i profili di Responsabilità nel settore industriale - Civile - Penale - Amministrativo Chi sono i soggetti coinvolti Quali sono le principali contestazioni formulate - In materia ambientale - In materia di sicurezza - In materia societaria - Altre materie e D.Lgs. 231/2001 Le deleghe - Il passaggio di Responsabilità - I limiti - I contenuti Cenni sul D. Lgs. 21 settembre 2005, n. 238 Gli obblighi previsti per i gestori degli impianti industriali Quali sono i soggetti obbligati Giovanni Santosuosso STUDIO LEGALE SANTOSUOSSO E ASSOCIATI Chi sono i soggetti coinvolti e quali profili di Responsabilità derivano dalla denuncia del Consumatore danneggiato da un Prodotto Difettoso e Pericoloso Conoscere i diversi ruoli e responsabilità dei soggetti che operano lungo la Supply Chain - Fornitore - Produttore - Assemblatore - Importatore - Distributore - Rivenditore Che cosa si intende per concorso di responsabilità contrattuale ed extracontrattuale Quali sono i diritti specifici che derivano al contraente dalle clausole contrattuali Comprendere in che cosa consistono i diritti assoluti che spettano alla persona offesa: - Pregiudizio all onore - Pregiudizio all incolumità personale - Pregiudizio alla proprietà di cui è titolare Distinguere i tre profili di Responsabilità: - Civile - Penale - Amministrativa Davide Guardamagna STUDIO LEGALE GUARDAMAGNA E ASSOCIATI Coffee Break RESPONSABILITÀ DA PRODOTTO Come definire le Responsabilità per la Safety tra le figure che operano lungo la filiera Misurare l esposizione dell Azienda ai rischi più gravi riguardanti i diversi anelli della Catena - Infortuni - Decessi Come si distribuiscono le responsabilità tra i vari attori della filiera in caso di infortuni o decessi Come si attribuiscono responsabilità e rischi in caso di Appalti tra la società appaltante e la società appaltatrice In che modo vengono suddivise le responsabilità dei singoli soggetti all interno della propria struttura - Il datore di lavoro - Il Responsabile dell Ufficio Tecnico - L Amministratore Delegato - I dirigenti - I preposti - I lavoratori - I consulenti esterni Quali sono i principali capi di accusa formulati Quali sono le sanzioni più gravi che possono essere applicate Alberto Maria Manni Docente in materia di Sicurezza sul Lavoro Project Management Service Colazione di Lavoro SAFETY APPROVVIGIONAMENTO In che misura le prestazioni dei Fornitori e le attività di Acquisto impattano sull affidabilità di tutta la filiera Valutare e misurare i rischi più frequenti relativamente agli approvvigionamenti - Ritardo nella consegna delle merci - Bancarotta o fallimento dei fornitori - Aumento dei costi legati alla fornitura Quali possono essere le conseguenze più gravi a valle della filiera Come sfruttare le potenzialità dei dati gestionali e contabili per rendere affidabili gli indicatori che coinvolgono la sicurezza dell intera filiera - Abc fornitori nel tempo - Evoluzione della base fornitori (single source/multisource, local/global sourcing, rotazione fornitori) La costruzione dei cruscotti di misura delle prestazioni e dei rischi del portafoglio fornitori a partire dalle informazioni extra-contabili I KPI per misurare l efficacia dei contratti rilevanti nel tempo Benchmarking con altre realtà aziendali a supporto della valutazione dell operato della funzione acquisti Andrea Antognazza KEYPROJECT PRODUZIONE Attraverso quali strumenti verificare la stabilità e la sicurezza del Sistema Produttivo Individuare, quantificare e misurare i rischi più gravi per la propria azienda - Blocco della produzione - Guasti e fermi macchine - Ritardo nella consegna dei prodotti Valutare l incidenza degli gli elementi che rendono più vulnerabile la fase produzione Per iscriversi: tel RITY SUPPLY CHAIN SE - Quali sono i rischi più gravi - Quali sono le conseguenze Analisi delle variabili che portano alla definizione di un assetto produttivo Come effettuare un adeguata check-list del processo produttivo - L organizzazione della fabbrica - Linee produttive, isole, celle Come controllare l efficienza e la vulnerabilità degli impianti e degli operatori - Il calcolo di efficienza delle macchine _Overall Equipment Effectiveness (O.E.E.) - Il calcolo dell efficienza degli operatori _Overall Labour Effectiveness (O.L.E.) Andrea Antognazza KEYPROJECT Tea Break Analizzare strumenti e soluzioni per evitare Contraffazioni alla luce dei recenti accadimenti La tutela della proprietà intellettuale Come combattere la contraffazione di Marchi e Modelli Quali sono gli strumenti per evitare la contraffazione di Brevetti Le fallaci indicazioni: Made in Italy e il Codice Penale Valutazioni delle tutele esistenti e misure di Enforcement penale STUDIO LEGALE MAININI E ASSOCIATI Dibattito Finale Chiusura dei lavori MARTEDÌ 4 DICEMBRE 2007 Chairman: Business Development Manager già Risk & Quality Manager 9.00 Apertura dei lavori a cura del Chairman CONTRAFFAZIONE NUOVI RISCHI 9.15 Opportunità di Business e Rischi: le nuove sfide che le aziende devono affrontare Quali sono gli effetti del passaggio da una produzione industriale localizzata in un unico sito produttivo a reti di imprese nazionali e globali - Affidabilità dei fornitori - Aumento della concorrenza - Business Continuity Quali elementi devono essere presi in considerazione nella definizione di una politica di gestione dei rischi - Rischi di Business - Rischi dell Ambiente esterno - Rischi dell Ambiente interno Un esempio per il settore industriale Business Development Manager già Risk & Quality Manager Supply Chain e Coperture Assicurative: come valutarne l adeguatezza, quali sono gli aspetti da prendere in considerazione, Check list dei rischi Le odierne Supply Chain vedono la partecipazione di un notevole numero di attori, ciascuno dei quali cerca di minimizzare i propri rischi, spesso tramite il trasferimento ad un altro dei soggetti coinvolti, con pattuizioni contrattuali specifiche. Nasce la necessità di una valutazione globale e generale dei rischi pena la perdita di efficacia, in quanto il trasferimento del rischio da un soggetto ad un altro sgrava solo chi il rischio ha ceduto, ma non lo annulla. Questa analisi e valutazione devono procedere di pari passo con la progettazione, con successivi livelli di approfondimento, fino alla fase operativa. Conoscenza del progetto della Supply Chain - Quali informazioni sono necessarie - Check-list utilizzabili Analisi dei livelli di progettazione della Supply Chain Approfondimento dell analisi dei rischi I contratti chiave Il programma assicurativo Marcello Bottazzi Dirigente AON Direttore Asscom Coffee Break Come effettuare un efficace Audit per valutare la vulnerabilità della propria Supply Chain Come predisporre un Piano di Audit focalizzato sui processi che governano i rischi rilevanti - Fase di approvvigionamento - Fase di produzione - Fase di distribuzione Quali sono le modalità di valutazione dei rischi - Obiettivi - Rischi inerenti - Controlli - Rischi residui Come vengono raccolte le informazioni - Interviste - Workshop - Questionari Come viene sviluppato un processo di risk assesment - Individuare gli oggetti dell audit - L autovalutazione del management - L utilizzo dei fattori quantitativi e qualitativi Quali sono le tecniche di risk-scoring Internal Auditor CCSA Lead Auditor ISO e ISO Colazione di Lavoro COPERTURE ASSICURATIVE AUDIT QUALITÀ Che cosa prevedono i Sistemi Qualità e gli altri Sistemi di Gestione Aziendali relativamente alla Supply Chain per garantirne la sicurezza Quali sono gli obiettivi da raggiungere Requisiti volontari e requisiti cogenti In che modo vengono controllate tute le fasi del processo che genera il prodotto fax Visitate il CURITY Quali garanzie per clienti e fornitori Un esempio per il settore Agro-alimentare Business Development Manager già Risk & Quality Manager GOVERNANCE Che cosa prevedono le varie norme sulla Governance relativamente a tutta la filiera Quali nuove responsabilità sono state introdotte dal D.Lgs. 231/01 - responsabilità in sede penale delle imprese - necessità di dotarsi di strumenti adatti per eseguire i controlli interni - quali sono le sanzioni previste per l azienda Quali modifiche normative ha introdotto il Sarbanes-Oxley Act in tema di - governance - controllo interno - revisione contabile delle società quotate alla borsa americana Nicola Tilli STUDIO LEGALE TILLI Tea Break Come effettuare una verifica delle Attività Logistiche Analisi dei rischi più frequenti - Mancata consegna del prodotto - Ritardo nella consegna - Deterioramento del prodotto - Aumento dei costi del servizio logistico Come individuare i corretti Indicatori per monitorare le prestazioni logistiche - KPI logistici - Indici di Tempestività, Affidabilità e Flessibilità - Benchmarking di Magazzino - Indici prestazionali per Magazzino e Trasporti Come valutare l operato di un fornitore di servizi logistici - Iter progettuale per l outsourcing - Vendor rating - Impostazione del contratto Stefano Bianchi ALFACOPLAN Dibattito Finale Chiusura dei lavori HANDLING UN OPPORTUNITA PER FARSI CONOSCERE: La Conferenza costituisce l occasione ideale per raggiungere nuovi clienti, stabilire preziosi contatti con potenziali partner, acquisire maggiore visibilità sul mercato. Se la Sua Società è interessata a: allestire uno spazio espositivo; acquistare spazi pubblicitari all interno degli Atti del convegno; sponsorizzare coffee break e colazioni; contatti: Mariella Fossi al n Si unisca alle oltre 400 Aziende che hanno scelto le nostre formule pubblicitarie per promuovere la loro immagine! Workshop post-convegno Con possibilità di iscrizione separata! AUDITING del MAGAZZINO TECNICHE, METODI e INDICATORI per monitorare l efficacia e l efficienza del magazzino 5 DICEMBRE 2007 L obiettivo del Workshop è fornire un metodo per verificare l adeguatezza e l efficienza del magazzino, intervenendo in maniera mirata sul layout, sulla gestione, e sui sistemi di handling. Avrà inoltre la possibilità di assistere direttamente all esame di casi aziendali reali ricavando così spunti concreti da portare in azienda. Programma 9.00 Registrazione dei partecipanti 9.15 Inizio dei lavori Classificazione delle diverse tipologie di magazzino - materie prime, semilavorati, prodotti finiti - alimentazione delle linee produttive - assortimento e di distribuzione - centralizzato - periferico Audit di Magazzino: Attraverso quali strumenti indagare l adeguatezza di: - Struttura - Personale - Attività - Sistemi di Handling Criteri di progettazione del magazzino - Tipologie di progetto: dal prato verde al reengineering - Quali dati analizzare - Come scegliere i sistemi di handling - Come impostare il layout - Come gestire il magazzino Monitoraggio delle prestazioni di magazzino - Indici di utilizzo - Indici di produttività - Benchmarking di magazzino Sistemi informativi di supporto - Vantaggi del WMS (Warehouse Management System) - Funzioni e caratteristiche principali - Nuovi sviluppi (Voice, RFID) Analisi di alcuni Case Study Chiusura dei lavori Il Workshop sarà condotto da: Stefano Bianchi ALFACOPLAN AGENDA 9.00 Registrazione dei Partecipanti 9.15 Inizio dei lavori Coffee Break Colazione di Lavoro Tea Break Chiusura dei Lavori nostro sito: SI, DESIDERO PARTECIPARE A: CONVEGNO: SUPPLY CHAIN SECURITY 3 e 4 Dicembre 2007 Cod. A 3469 C WORKSHOP: AUDITING del MAGAZZINO post-convegno 5 Dicembre 2007 Cod. A 3469 W SCHEDA DI ISCRIZIONE ISCRIZIONI Entro il 31/10/2007 Entro il 21/11/2007 Dopo il 21/11/2007 CONVEGNO % IVA per partecipante La quota di iscrizione comprende la documentazione, la colazione e i coffee break. Per circostanze imprevedibili, IIR si riserva il diritto di modificare senza preavviso il programma e le modalità didattiche, e/o cambiare i relatori e i docenti MODALITA DI PAGAMENTO Il pagamento è richiesto a ricevimento fattura e in ogni caso prima della data di inizio dell evento. Copia della fattura/contratto di adesione verrà spedita a stretto giro di posta. versamento sul ns. c/c postale n assegno bancario - assegno circolare bonifico bancario (Banca Popolare di Sondrio Ag. 10 Milano) c/c x07 ABI CAB CIN Z intestato a Istituto Internazionale di Ricerca; IBAN: IT29 Z X07; Swift POSOIT22 indicando il codice prescelto carta di credito: Diners Club EuroCard/MasterCard CartaSi Visa American Express N Firma del Titolare:... MODALITA DI DISDETTA L eventuale disdetta di partecipazione al convegno dovrà essere comunicata in forma scritta all Istituto Internazionale di Ricerca entro e non oltre il 10 giorno lavorativo precedente la data d inizio dell evento. Trascorso tale termine, sarà inevitabile l addebito dell intera quota d iscrizione. Saremo comunque lieti di accettare un Suo collega in sostituzione purché il nominativo venga comunicato via fax almeno un giorno prima della data dell evento. DOVE STARHOTEL RITZ Via Spallanzani, 40 - (MM1-Lima o P.ta Venezia) MILANO - Tel Ai partecipanti saranno riservate particolari tariffe per il pernottamento IIR si riserva la facoltà di operare eventuali cambiamenti di sede dell evento Telefono: Fax: Web: Posta: RISPARMIO 300 RISPARMIO 100 CONVEGNO WORKSHOP RISPARMIO 300 RISPARMIO 100 Scadenza / Titolare:... 5 MODI PER ISCRIVERSI Istituto Internazionale di Ricerca S.r.l. Via Forcella, Milano FORMAZIONE PERSONALIZZATA In Company Training Solutions è la divisione di IIR specializzata nell erogare gli interventi formativi presso le aziende clienti. Il nostro costante impegno è quello di identificare le soluzioni più appropriate per le diverse funzioni, allineandole alle peculiarità dei diversi mercati di riferimento.alcuni tra i numerosi vantaggi: 1. fruire di percorsi mirati alle specifiche esigenze professionali 2. creare un momento di coesione e di confronto interno 3. ridurre l investimento in formazione fino al 40% Per approfondimenti o per valutare insieme le necessità formative: Andrea A
Related Search
Similar documents
View more...
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks