- Sito internet Giornalino mensile riservato ai Soci dell Associazione Jakob Lorber

Description
Il Signore: «Questa Mia Dottrina serve a far conoscere all uomo da dove egli è veramente venuto, che cosa egli è, e qual è la meta a cui deve pervenire e alla quale anche perverrà» (Il Grande Vangelo di

Please download to get full document.

View again

of 16
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

People & Blogs

Publish on:

Views: 8 | Pages: 16

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
Il Signore: «Questa Mia Dottrina serve a far conoscere all uomo da dove egli è veramente venuto, che cosa egli è, e qual è la meta a cui deve pervenire e alla quale anche perverrà» (Il Grande Vangelo di Giovanni, vol.5, cap.215) Sede: Associazione Jakob Lorber - Via Vetrego MIRANO Venezia Jakob Lorber Tel - Fax Conto corrente postale n CF n lo scrivano di Dio - Sito internet Giornalino mensile riservato ai Soci dell Associazione Jakob Lorber n 103 SETTEMBRE 2006 AVVISO: Si informano i lettori che le varie lettere e i vari punti di vista che vengono pubblicati NON sempre sono in sintonia con l Opera di Lorber ABBIAMO RICEVUTO LA TERZA PARTE DEL LIBRO TEDESCO «LA TERRA», cioè quella parte tenuta nascosta dalla Lorber Verlag con divieto di pubblicazione. Ci è stata inviata da un amico tedesco che l ha prelevata da un Sito Internet. L attuale volume italiano LA TERRA è composto da 73 Capitoli, mentre il volume originale tedesco è composto da 85 capitoli. La Casa Editrice tedesca Lorber Verlag aveva tolto gli ultimi 12 Capitoli per dei motivi che non ci erano mai stati spiegati. Dopo aver ricevuto questa terza parte (circa 27 pagine) in lingua tedesca, l abbiamo consegnata ad una amica per la traduzione. Sembrerebbe che il motivo della censura da parte della Lorber Verlag sia di natura religiosa, poiché in questi Capitoli il Signore parla di altre religioni oltre a quella Cristiana, e cioè della religione ebraica, mussulmana ecc. STAREMO A VEDERE di che cosa veramente si tratta. In attesa di ricevere la traduzione definitiva, pubblichiamo le prime righe del Cap.74 in lingua tedesca. Eccolo: 74. Kapitel Juden, Mohammedaner und Brahmanen aus geistiger Sicht (28.April 1847) 01] Wir werden freilich nicht alle die Wohnparteien der Erde speziell betrachten, da solches zu viel Zeit und zu viel Raum erfordern würde sondern wir werden nur einen allgemeinen Blick auf die sogenannten Verhältnisse lenken, in denen sich die verschiedenen Einwohner der Erde hauptsächlich in Rücksicht dessen befinden, was den geistigen Verband zwischen ihnen und dem Himmel bewerkstelliget. 1 Le pagine che ora seguono riguardano il lavoro che stanno facendo i 50 collaboratori che si sono uniti per realizzare un film sull opera di Lorber. Le pubblichiamo sul Giornalino solo per conoscenza RISPOSTE SULLA DIVINITA Comunichiamo le Risposte ricevute sulla Divinità ai 50 amici e amiche di tutto il mondo che stanno collaborando per trasformare in Film l opera LA NUOVA RIVELAZIONE. LA DOMANDA ERA: Chi è la Divinità e con quale immagine la raffigureresti?. ECCO LE RISPOSTE RICEVUTE 1) La Divinità è: «Gesù Cristo- Uomo perfetto - Tutta la vita intera - Azione in movimento e intuizione - Padre - Figlio - Spirito Santo - è Spirituale - da Lei è venuto tutto - Essa penetra tutto - Amore - Sapienza - Forza infinita - Potere - il Centro di Dio - l Esistente - l Increato - Autore di tutto ciò che esiste - Padre degli uomini - il Crocifisso - il Risorto - Spazio infinito - Eternità - Luce - Verità - Volontà - Spirito primordiale - il Creatore - l Infinità Stessa». 2) Come rappresenterei la Divinità: «Luce gialla-arancio-oro che diventa dall interno rosso fuoco pulsante, tutto si mescola diventando una forma umana che emana amore - La forma di Gesù - La forma di un uomo, bambino, fratello e padre - Una voce soave - Il Nazareno resuscitato - Un giovane uomo - Una figura di luce umana senza tratti distintivi - Un chiarissimo Sole di Grazia - la Sindone - Un fulmine gigantesco rallentato - il Gesù di Faustyna Kowalska».... CONSIDERAZIONE Di fronte a tali risposte, ognuna diversa dall altra, il responsabile del Film (Giuseppe Vesco, Italia), propone a tutti i collaboratori e collaboratrici la seguente soluzione: «Il Copione verrà ideato e scritto da UNA sola persona, mentre i collaboratori e le collaboratrici dovranno dire che cosa non va bene in tale Copione, dovranno suggerire che cosa bisogna togliere o aggiungere, e infine che cosa è sbagliato concettualmente in tale Copione (in quest ultimo caso bisogna allegare il riferimento estratto dalla NUOVA RIVELAZIONE, ad esempio (GVG/5/83/7). In attesa dei vostri suggerimenti vi porgo i miei più fraterni saluti e che la Benedizione di Gesù scenda su voi tutti. Venezia, 7 settembre 2006 Giuseppe Vesco 2 AVVISO IMPORTANTE Il Film userà la SEQUENZA PRINCIPALE già descritta da Giuseppe Vesco, e precisamente i due lavori dal titolo: 1 ) 1 FILM - 3 DIMENSIONI - 7 FASI 2 ) 5 SUGGERIMENTO - Ringraziamo tutti gli amici e le amiche del mondo che hanno inviato i loro suggerimenti, le loro proposte e le loro risposte. - Un ringraziamento particolare va all amica Maria Ballo, l esperta italiana n.1, e all amico Wilfried Schlätz, l esperto tedesco n.1, i quali hanno trovato un errore sulla SEQUENZA PRINCIPALE, e precisamente ci hanno comunicato che «la principale causa della caduta dell uomo non è l attrazione sessuale per la donna, ma è l ambizione o sete di potere. (Punto n.6 del 5 SUGGERIMENTO) - Un ringraziamento speciale lo dedichiamo soprattutto al nostro Amico, Fratello e Padre Gesù per averci dato l opportunità di conoscerci e di unirci tutti per realizzare il Film. Speriamo che la Sua benedizione continui ancora. E ora invitiamo tutti i 50 collaboratori e collaboratrici a spegnere le luci, a sedersi tranquilli in una comoda poltrona, poiché sta per iniziare un Film che resterà per sempre una pietra miliare nella storia del Cinema Universale. Ecco che cosa si vedrà nel Film dei film! 3 Titolo del Film PERCHÈ SIAMO QUI (Estratto dall Opera LA NUOVA RIVELAZIONE dettata da Dio al mistico e profeta Jakob Lorber) 1 CIACK (NOTA: le parole scritte in nero NON si vedranno né si udiranno nel Film) L inizio del Film comincerà mostrando i tre Aspetti di Dio, ma la prima immagine, dopo il titolo, sarà l intero schermo nero con una grande scritta: «In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio» (E una voce divina dal sottofondo dirà:) «In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio» (GVG/1/1/1) (E la stessa voce continuerà, dicendo:) «Ora è giunto il tempo di svelare agli uomini il profondo significato di queste parole (GVG/1/1/3). E perciò Io, Dio, il Creatore, vi dico che il loro significato era questo:» (e subito sotto alla prima scritta bianca, apparirà una scritta di colore giallo:) «In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio» «In Dio era la Luce, la Luce penetrava e circondava Dio, e Dio Stesso era la Luce» (E la voce divina dal sottofondo dirà:) «In Dio era la Luce, la Luce penetrava e circondava Dio, e Dio Stesso era la Luce» (GVG/1/1/8) (Ora la voce divina dal sottofondo dirà:) «Guardate, ora Io, Dio, il vostro Creatore, vi mostro la Fonte da dove fuoriesce questa Luce divina». (Ora lo schermo diventa tutto scuro e pieno di innumerevoli masse di colore grigio, grandi e piccole, che si dirigono e si addensano attorno ad un Sole primordiale giallo-arancione-dorato. E man mano che queste masse convergono su questo Sole, opprimendolo, si vede - a causa della pressione - che il colore diventa rosso-fuoco, pulsante come il cuore. Il calore dà inizio ad una specie di esplosione (Big-Bang), innescando una reazione a catena che si rende visibile attraverso una luce gialla intensissima che comincia a irradiare e ad espandersi, colmando l intero Spazio infinito. (GFD/1/5/2-3) (GVG/3/28/6-9) DESCRIZIONE DEL PRIMO ASPETTO DELL «ESSERE DIVINO» PRIMORDIALE (A questo punto l intero schermo è colmo di luce gialla e la voce divina dirà:) «Guardate, ciò che ora state vedendo è la Luce di Dio, e questa Luce universale che ora vedete è perfettamente uguale a quella che hanno visto e testimoniato numerosi sapienti antichi (sullo schermo si vedono le immagini di vecchi saggi), tra cui Platone (immagine di Platone mentre insegna), i quali hanno avuto la visione di questa Luce universale (sullo schermo si vede l immagine di un antico sapiente in stato d estasi che ha tale visione) ed essi hanno poi descritto la sensazione di pace, serenità e delizia che hanno provato quando sono entrati in Essa (sullo schermo si vedono rappresentate queste immagini), fondendosi in Essa». 4 (A questo punto la voce divina dal sottofondo dirà: «Ora guardate tali sapienti antichi immersi in questa Luce infinita (sullo schermo si vedrà un infinito mare di Luce gialla con degli esseri umani color giallo-scuro immersi in essa) e udite le parole pronunciate dell antico sapiente Platone: (Qui si vedrà Platone in stato d estasi che dice con la sua propria voce:) Ho visto in visione l orlo del vestito di Dio, era tutto trasformato in luce, e mi ci trovavo dentro come disciolto completamente nel nulla. (GVG/10/207). (E la voce divina dal sottofondo dirà:) «Ebbene, Io ora vi dico che diversi uomini in stato d'estasi hanno visto spiritualmente un uniforme mare di luce, nel quale essi, nell'ambito della Luce universale, non potevano distinguere come esistente nemmeno il loro proprio io. Non solo Platone ha reso testimonianza di ciò, ma anche altri sapienti dei tempi antichi. Essi si addormentavano e si trovavano entro un mare di luce nel quale potevano certo pensare il proprio essere, ma non potevano vederlo, e perciò avevano anche il sentimento sempre delizioso di essere perfettamente una cosa sola con la Luce Primordiale che essi chiamavano la vera e propria Divinità. (GVG/4/219/8-9) (In questo discorso appariranno le rispettive immagini) Ma affinché voi possiate comprendere fino in fondo la visione di questi uomini, Io vi faccio questo semplice esempio: Prendete una goccia d acqua e gettatela nel mare (sullo schermo si vedrà l immagine di una goccia gettata nel mare), e vedrete che appena essa toccherà la superficie del mare si unirà alla grande massa d acqua e diventerà parte di esso. Voi però dovete sapere che quando la goccia entrerà nel mare, essa perderà il proprio io, e cioè la goccia non esisterà più com era prima nella sua propria individualità. (Ora sullo schermo si vedrà di nuovo l infinito mare di Luce gialla con degli esseri umani color giallo-scuro che stanno entrando in essa e la voce dirà:) Ma guardate invece questi uomini mentre entrano nella Luce universale. Vedete, essi entrano sì nella Luce ma continuano però a percepire il proprio io, e anche se non possono più vedere la forma esteriore del proprio essere, in essi però rimane la consapevolezza dell esistenza del proprio io e nello stesso tempo percepiscono la deliziosa sensazione di far parte di questo mare infinito di Luce. (Visione di Giuseppe Vesco in un sogno lucido) (Parte del dipinto a colori n.17 della mistica austriaca Maria Maddalena Hafenscheer) Ecco, ciò che voi state vedendo ora è la fusione nel mare di Luce che hanno percepito diversi antichi sapienti, tra cui Platone, e continuerà ancora ad essere percepita da altri sapienti. Questa però non è la giusta visione del Mio Essere primordiale, ma è invece una visione capovolta (GVG/4/219/10), e tale visione avviene in quegli uomini che sono stati educati facendo precedere la formazione dell intelletto a quella dell animo, e perciò costoro Mi hanno cercato con l intelletto, ovvero con la Sapienza, ma non con il cuore, ovvero con l Amore». (I/C/2/277/5) (La voce di sottofondo continua a dire:) «Ma oltre a questo Mio primo Aspetto universale, Io, vostro Dio e Creatore, ho anche un secondo Aspetto. 5 Guardate dunque qual è il Mio secondo Aspetto, e cioè il vero e proprio Aspetto dell Essere Divino nella Sua reale Essenzialità originaria». (Sullo schermo riapparirà la Luce universale seguita da un effetto cinematografico che darà la sensazione di entrare nella profondità della Luce e pian piano si comincerà a intravedere un cielo color celeste irradiato da raggi luminosi, e poi al centro dello schermo apparirà un Sole di colore giallo-dorato che emanerà raggi luminosissimi nello Spazio senza fine di colore giallo. I raggi avranno un movimento dal centro verso l esterno per dare il senso di una continua irradiazione. Poi al centro di tale Sole si renderà pian piano visibile un immagine luminosa in forma umana. Ecco a titolo di esempio una misera bozza della stupefacente immagine che dovrà essere realizzata da un disegnatore esperto in grafica computerizzata, l immagine sarà animata e tridimensionale:) (Parte del dipinto a colori n.26 della mistica austriaca Maria Maddalena Hafenscheer) (Ora la voce dirà: «Quella figura umana che vedete al Centro del Sole sono Io, l Uomo- Dio, cioè l Essere Divino primordiale nella Sua realtà puramente Essenziale. (Qui ci sarà un primo piano in cui si vedrà il Volto luminoso di Dio e le labbra che si muovono e che sono sincronizzate con la voce divina che si sentiva dal sottofondo, in modo che gli spettatori comprendano che già dall inizio del Film era Dio Stesso che parlava. Quando invece parlerà Gesù di Nazareth, la voce verrà resa più umana. Tenendo fissa sullo schermo questa immagine, la voce dal sottofondo dirà:) Ma tale Mio secondo Aspetto sarà e resterà in eterno inaccessibile sia agli uomini che agli angeli, come ha testimoniato Mosè con le parole: Nessuno può vedere Dio e contemporaneamente vivere!. (SS/2/4/9) Infatti con tali parole si intendeva dire che chi si avvicina a questa Mia Essenza Originaria viene completamente annientato! (SS/1/60/21) (Ora sullo schermo appariranno degli esseri umani e degli angeli che vengono del tutto dissolti man mano che si avvicinano al Sole originario con l Uomo-Dio al suo interno) Ora dunque state vedendo quello che nessun essere umano e nessun essere angelico potrà mai vedere direttamente nella sua essenzialità, ma ciò che voi state vedendo ora è solo l immagine di tale realtà. (Ora appare di nuovo il Sole originario con l Uomo-Dio al suo interno) In questo Sole Centrale dimoro Io, il Dio dall Eternità, l Essere Supremo, Unico e Onnipotente. Da qui Io governo, creo e gestisco l intera Infinità e posso fare tutto ciò che voglio utilizzando la Mia Forza di Volontà che raggiunge ogni punto dello Spazio infinito. Da questo Sole primordiale fuoriescono dei raggi sostanziali che colmano l intero Spazio infinito e la sua Luce pervade e compenetra l Infinità. (immagine di un potentissimo Sole che emana raggi dappertutto) Nessuno potrà mai avvicinarsi a Me, al Mio essenziale Essere Divino primordiale! Infatti sotto questo Aspetto Io sono un Essere Androgino costituito da tre Elementi sostanziali. 6 DESCRIZIONE DEL SECONDO E REALE ASPETTO DELL «ESSERE DIVINO» PRIMORDIALE ANDROGINO, OVVERO UOMO E DONNA, OVVERO POSITIVO E NEGATIVO, OVVERO SPIRITO E ANIMA, OVVERO AMORE E SAPIENZA, OVVERO CALORE E LUCE OVVERO VITA E MORTE (GVG/2/228/5) (GVG/2/229/3) Ecco dunque quali sono i Miei tre Elementi di cui Io, l Essere Divino primordiale, sono Costituito: 1 ) DIO (Il Principio Positivo, l Uomo, Maschio, il Padre, Colui che irradia Energia, la Forza Polare positiva che attrae sempre, lo SPIRITO che crea le forme, la Vita, il Calore, l Amore (GVG/6/110/14-15) che conserva sempre (GFD/2/231/24) e che ha in Sé il sentimento del Cuore. Sotto il nome di DIO Io sono esclusivamente e perfettamente Positivo. (ogni parola verrà rappresentata in immagine) 2 ) DIVINITA (Il Principio Negativo, la Donna, Femmina, la Madre, l Ira che distrugge sempre (GFD/2/231/24), Colei che riceve l irradiazione di Dio, la Forza Polare negativa che dissolve sempre, l ANIMA che contiene le forme, la Luce, (GVG/6/110/14-15) la Sapienza, la Giustizia che condanna, la Morte; è come un fuoco che distrugge tutto ciò cha va fuori dell Ordine. Sotto il nome di DIVINITA Io sono esclusivamente e perfettamente Negativo. (ogni parola verrà rappresentata in immagine) 3 ) FORZA AGENTE (è la Forza Originaria che avvolge e compenetra tutta l Infinità. Questa Forza fuoriesce ed è governata dal Centro dell Essere Divino che dimora nel Sole Spirituale Primordiale. Questo Centro si chiama Gesù, e in qualità di Gesù Io sono il vero, realissimo, essenziale Dio come Uomo) (ogni parola verrà rappresentata in immagine) (ATTENZIONE! Questi 3 punti sopra citati sono il pensiero di Giuseppe Vesco, il quale ha estratto dall intera Opera circa 300 pagine facendo una ricerca al computer con le seguenti parole chiave : DIVINITA, CENTRO DI DIO, POLARITA. In seguito, però, lo stesso Giuseppe dovrà citare tutti i riferimenti estratti dall Opera e comunicarli ai 50 collaboratori e aprire così una discussione per vedere se tutto ciò corrisponde a verità. Forse si dovrà fare un Meeting su questo argomento che è il più difficile dell intera Opera) Ebbene, sotto questo Mio reale Aspetto essenziale (riappare il Sole Primordiale con l Uomo- Dio al centro) nessun essere umano e nessun essere angelico potrà mai avvicinarsi e nemmeno comprenderlo del tutto. Ma a coloro che diventeranno figli Miei e che poi vivranno in eterno insieme a Me, a costoro Io donerò sempre più conoscenze in modo che essi potranno elevarsi sempre più nella Mia Sapienza e capire sempre più la Mia reale Essenzialità quale Essere Divino primordiale (immagini del Regno di Dio con Gesù che istruisce i Suoi figli), anche se non potranno mai concepirlo del tutto. (GVG/10/207/6-12) (Ora riappare il Sole Primordiale con l Uomo-Dio al centro) Ciò che state vedendo di nuovo ora è dunque l eterno Centro del Mio Essere dove Io dimoro nella Mia Luce inaccessibile (GVG/4/122/6-7-8), che sono Io Stesso nel Mio Interno. (GVG/10/207/4) 7 DESCRIZIONE DEL TERZO ASPETTO DELL «ESSERE DIVINO» PRIMORDIALE Ma Io, Dio e vostro Creatore, ho anche un terzo Aspetto, (ora sullo schermo il Sole diventa sempre più piccolo finché l intero schermo diventa tutto giallo, si comincerà poi ad intravedere una forma umana sfuocata, e la voce dirà:) ed è solo con questo Aspetto che Io sono diventato visibile e comprensibile agli uomini e agli angeli. Ma questo è un Aspetto che Io Mi sono creato per potermi avvicinare alle Mie creature, per farmi conoscere da loro, per parlare insieme a loro e farmi amare da loro. (GVG/4/122/8) (SS/2/4/11-18) Guardate dunque qual è il Mio terzo Aspetto: (sullo schermo appare nitida l immagine spirituale di Gesù di Nazareth, e la voce dirà:) Ecco, Colui che ora state vedendo sono Io, Gesù, cioè il perfetto Centro di Dio, ovvero l essenziale Dio come Uomo. (SS/2/4/5-6) Io, che prima ero un Dio invisibile, incomprensibile e irraggiungibile (immagine corrispondente), sono riuscito a rendermi visibile, comprensibile e raggiungibile alle Mie creature circondandomi di un corpo (GVG/10/207/11) (immagine corrispondente) e ho dato a Me Stesso la facoltà della Molteplicità della Mia Unità (SS/2/4/22-25), ovvero la facoltà dell Onnipresenza, e così Io posso farmi vedere contemporaneamente in molti luoghi e a innumerevoli persone. (immagine corrispondente) Chi vorrà parlare con Me e vorrà vedere Me, lo potrà fare attraverso questo Mio Aspetto spirituale umanizzato, poiché Io sono Gesù di Nazareth risorto, e coloro che seguiranno la Mia Dottrina (immagine delle tavole dei dieci Comandamenti) e Mi ameranno (immagine corrispondente), soltanto a costoro Io Mi farò vedere e Mi intratterrò con loro. (sullo schermo appare Gesù di Nazareth che dialoga fraternamente con uomini e donne, giovani e vecchi) Chi Mi cercherà con l intelletto quale Dio, (immagine di Platone durante la sua visione ) costui vedrà soltanto la Mia Luce universale. (immagine iniziale) Chi invece Mi cercherà con il cuore quale Padre, (immagini di uomini e donne che si aiutano reciprocamente e poi abbracciano Gesù) costui potrà vedermi quale Gesù di Nazareth risorto nella Mia forma umana spirituale. (immagine di Gesù di Nazareth mentre esce dal sepolcro e Si trasforma in un Essere spirituale) Io dunque sono visibile, comprensibile e raggiungibile soltanto sotto questo Mio terzo Aspetto umanizzato il cui Nome è Gesù». (Sullo schermo appare la completa immagine a colori di Gesù risorto) 8 2 CIACK FU LA SOLITUDINE DELL «ESSERE DIVINO» QUALE UOMO-DIO A DETERMINARE LA CREAZIONE DI ESSERI SIMILI A LUI L «ESSERE DIVINO» PRIMORDIALE VUOLE VIVERE INSIEME A DEI FIGLI AUTOFORMATI E NON ROBOTIZZA
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks