SEZIONE DEL CONTROLLO SUGLI ENTI. Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria

Description
Determinazione n... /2017 SEZIONE DEL CONTROLLO SUGLI ENTI Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell ISTITUTO ITALIANO DI STUDI GERMANICI (IISG)

Please download to get full document.

View again

of 36
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Documents

Publish on:

Views: 2 | Pages: 36

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
Determinazione n... /2017 SEZIONE DEL CONTROLLO SUGLI ENTI Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell ISTITUTO ITALIANO DI STUDI GERMANICI (IISG) Determinazione del 19 dicembre 2017, n. 127 SEZIONE DEL CONTROLLO SUGLI ENTI Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell ISTITUTO ITALIANO DI STUDI GERMANICI (IISG) per gli esercizi 2015 e 2016 Relatore: Consigliere Michele Oricchio Ha collaborato per l istruttoria e l elaborazione dei dati il rag. Fabrizio Scuro 2 Determinazione n. 127/2017 nell'adunanza del 19 dicembre 2017; visto il testo unico delle leggi sulla Corte dei conti approvato con r.d. 12 luglio 1934, n. 1214; vista la l. 21 marzo 1958, n. 259; visto l art. 1 quinquies, lett. g), del d.l. 5 dicembre 2005 n.250, convertito nella l. 3 febbraio 2006 n. 27, che estende all Istituto italiano di studi germanici (IISG) le disposizioni dell art. 22, comma 2, del d.lgs. 4 giugno 2003, n. 127, relativo al C.N.R., che ne statuisce l assoggettamento al controllo previsto dall art. 3, c. 7, della legge 14 gennaio 1994, n. 20; visti i conti consuntivi dell Ente suddetto, relativi agli esercizi finanziari 2015 e 2016, con le annesse relazioni del consiglio di amministrazione e del collegio dei revisori, trasmessi alla Corte in adempimento dell art. 4 della citata l. n. 259 del 1958; esaminati gli atti; udito il relatore Consigliere Michele Oricchio e, sulla sua proposta, discussa e deliberata la relazione con la quale la Corte dei conti, in base agli atti ed agli elementi acquisiti, riferisce alle Presidenze delle due Camere del Parlamento il risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell Istituto italiano di studi germanici (IISG) per gli esercizi 2015 e 2016; ritenuto che dall esame della gestione e della documentazione relativa agli esercizi predetti è risultato che: - la gestione finanziaria, che nel 2014 si era chiusa con un avanzo di euro , registra nel 2015 un disavanzo di euro mentre nel 2016 di nuovo un avanzo, pari ad euro ; - la quota prevalente di entrate correnti continua ad essere costituita dai trasferimenti 3 statali, il cui ammontare, pari ad euro nel 2015, registra una contrazione rispetto al precedente esercizio (-23,37 per cento), mentre nel 2016 si incrementa nella misura del 32,76 per cento per assestarsi ad un valore pari ad euro , del tutto prossimo a quello del 2014; - l analisi delle spese correnti pone in evidenza che, per l esercizio 2015, l incidenza maggiore è esercitata dalle spese per le prestazioni istituzionali (38,92 per cento), più che raddoppiate, e da quelle per il personale (36,79 per cento); per il 2016, da quelle per il personale (45,58 per cento); - il risultato di amministrazione registra un avanzo di euro nel 2015 e di euro nel 2016; - l esercizio 2015 si è chiuso con un utile di euro che, nel 2016, ha raggiunto l importo di euro ; - il patrimonio netto ammonta al 31 dicembre 2015 ad euro , ed al 31 dicembre 2016 ad euro Considerando il dato finale del 2014 (euro ) emerge che esso, si è incrementato solo nella misura dell 1 per cento nel 2015 e del 35,34 per cento nel 2016, per effetto del risultato economico d esercizio; - ritenuto che, assolto così ogni prescritto incombente, possa, a norma dell'art. 7 della citata legge n. 259 del 1958, darsi corso alla comunicazione alle dette Presidenze del Senato e della Camera dei deputati, oltre che dei conti consuntivi corredati delle relazioni degli organi amministrativi e di revisione della relazione come innanzi deliberata, che alla presente si unisce perché ne faccia parte integrante; 4 P. Q. M. comunica, a norma dell'art. 7 della l. n. 259 del 1958, alle Presidenze delle due Camere del Parlamento, insieme con i conti consuntivi per gli esercizi 2015 e 2016 corredati delle relazioni degli organi amministrativi e di revisione dell Istituto italiano di studi germanici (Iisg) l'unita relazione con la quale la Corte riferisce il risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell Ente stesso. ESTENSORE Michele ORICCHIO PRESIDENTE Enrica LATERZA Depositata in segreteria il 21/12/2017 5 6 S O M M A R I O PREMESSA QUADRO NORMATIVO ED ORDINAMENTALE ORGANI RISORSE UMANE ATTIVITÀ ISTITUZIONALE RISULTATI DELLA GESTIONE Conto del bilancio Entrate Spese Situazione amministrativa La situazione patrimoniale Conto economico CONCLUSIONI INDICE DELLE TABELLE Tabella 1 - Personale dipendente a tempo indeterminato in servizio Tabella 2 - Costo del personale Tabella 3- Rendiconto finanziario gestionale (accertamenti) Tabella 4- Rendiconto finanziario gestionale (impegni) Tabella 5 - Situazione amministrativa Tabella 6 - Residui attivi Tabella 7 - Residui passivi Tabella 8 - Situazione patrimoniale Tabella 9 - Conto economico PREMESSA Con la presente relazione la Corte dei conti riferisce al Parlamento, ai sensi dell art. 7 della l. 21 marzo 1958, n. 259, i risultati del controllo eseguito, con le modalità dell art. 12 della legge medesima, sulla gestione degli esercizi 2015 e 2016 dell Istituto italiano di studi germanici. La precedente relazione, riguardante gli esercizi 2013 e 2014, è stata approvata con determinazione della Sezione n. 116 del 2015, pubblicata in Atti parlamentari, Legislatura XVII, Doc. XV, n 1. QUADRO NORMATIVO ED ORDINAMENTALE L'Istituto italiano di studi germanici (IISG) è stato costituito con il r.d.l. 26 marzo 1931, n. 391, convertito dalla l. 12 giugno 1931, n. 931 con la finalità di promuovere studi scientifici e un sistematico e reciproco scambio di rapporti culturali sulla vita spirituale, sociale ed economica dei popoli germanici (Austria, Danimarca, Germania, Irlanda, Norvegia, Olanda, Svezia e Svizzera tedesca). Oggi l IISG fornisce supporto e formazione ai ricercatori di area umanistica. I suoi ambiti di attività si sono estesi nel corso degli anni dalla letteratura alla linguistica, alla filosofia, alla storia, al cinema, al diritto e all economia. Grazie a un ampia rete di collaborazioni con studiosi delle principali università italiane ed estere l IISG promuove progetti di ricerca in proprio, è host institution di progetti nazionali ed europei, ed è partner in progetti cooperativi. Dal 1935 l IISG pubblica «Studi Germanici», la più importante rivista italiana del settore, oggi disponibile online. Nel 2012 l ente ha inaugurato il nuovo programma di pubblicazioni fondando le Edizioni Studi Germanici. Inoltre, l IISG è sede dell Associazione Italiana di Studi Manniani, dell Associazione Italiana Walter Benjamin e della sezione italiana della Friedrich-Hölderlin-Gesellschaft; inoltre organizza convegni, seminari e incontri scientifici di varia natura. Ai sensi della l.n.27/2006 l'ente si qualifica come ente di ricerca non strumentale. Con provvedimento presidenziale n. 1/2011, è stato emanato, previa approvazione del Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, lo statuto dell ente ai sensi del decreto legislativo 31 dicembre 2009, n. 213, successivamente più volte modificato con la procedura di cui all art. 7, comma 3, del citato decreto legislativo, da ultimo con delibera del consiglio di amministrazione n. 154 del 21 luglio 2016; dette modifiche sono state approvate con nota del Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca del 19 dicembre La trasformazione dell ente da istituto culturale a ente di ricerca ha comportato, in particolare, l istituzione del consiglio scientifico (art. 8 dello statuto), organo al quale sono demandati compiti consultivi e propositivi relativi all attività scientifica dell IISG, nonché la creazione di un apposita struttura di ricerca (art. 8) preposta all elaborazione e realizzazione dei programmi e il riconoscimento di uno specifico ruolo alla biblioteca dell Istituto qualificata infrastruttura di ricerca (art. 12). A tutt oggi non è ancora conclusa la procedura di approvazione dei nuovi regolamenti di amministrazione, finanza e contabilità e del personale, di organizzazione e funzionamento 10 dell'istituto e della biblioteca, in attuazione dello statuto (art. 14) di talché l attività dell ente è ancora disciplinata da quelli approvati con il decreto del 15 marzo Il quadro normativo di riferimento va, comunque, aggiornato con le modifiche introdotte dal d. lgs. 25 novembre 2016 n. 218, recante il riordino degli enti di ricerca, in attuazione della delega contenuta nell art. 13 della l. 7/08/2015 n Sono in corso di adozione, da parte dell IISG, le conseguenti necessarie modifiche statutarie e regolamentari. 11 2. ORGANI Lo statuto disciplina la denominazione e la composizione degli organi dell Istituto che sono: il Presidente, il Consiglio di amministrazione, il Consiglio scientifico ed il Collegio dei revisori; i componenti degli organi durano in carica quattro anni. Il presidente assicura, oltre alla rappresentanza esterna, il collegamento tra il piano decisionale e quello gestionale, attraverso la pianificazione dell attività che dovrà successivamente essere approvata dal consiglio di amministrazione, nonché l elaborazione delle linee-guida per l attuazione delle deliberazioni da quest ultimo assunte. Con decreto n.595 del 7 agosto 2015 il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca ha nominato l attuale presidente dell ente. Il consiglio di amministrazione (composto da tre membri compreso il presidente), ha compiti di programmazione ed indirizzo e delibera sugli atti più rilevanti (art. 5 dello Statuto), quali: il piano triennale di attività (PTA) e i relativi aggiornamenti annuali, sulla base delle linee programmazione e di indirizzo strategico e in conformità agli obiettivi enunciati nel programma nazionale per la ricerca (PNR), previo parere del Consiglio scientifico; il documento di visione strategica decennale (DVS), in conformità alle finalità statutarie e alle disposizioni dei regolamenti, previo parere del Consiglio scientifico; eventuali modifiche o integrazioni statutarie; atti sull organizzazione complessiva dell Ente; i regolamenti interni; la dotazione organica e le relative variazioni; l assunzione di personale nel rispetto delle norme vigenti; gli aspetti finanziari derivanti da rapporti contrattuali con oneri per l amministrazione; la costituzione o partecipazione a fondi di investimento; convenzioni e accordi quadro con le università e con gli altri enti e organismi pubblici o privati nazionali o internazionali; la stipulazione di convenzioni e accordi di collaborazione di rilevante interesse; la partecipazione o costituzione di consorzi, fondazioni, società e centri di ricerca nazionali e internazionali; il bilancio di previsione annuale e pluriennale, le eventuali variazioni, il rendiconto generale e la relazione sull attività svolta dall Ente; la nomina dell Organismo indipendente di valutazione (OIV). Il Consiglio scientifico (composto di cinque componenti di alta qualificazione scientifica e culturale), con compiti consultivi sui documenti di pianificazione e sugli argomenti scientifici, nonché sulle linee della ricerca, è stato nominato nell attuale composizione dal Consiglio di amministrazione con delibera n. 147 del 31 maggio Il Collegio dei revisori è composto da tre membri ed assicura il controllo di regolarità amministrativa e contabile; quello attualmente in carica è stato nominato con decreto del MIUR n. 601 del 28 luglio L importo dei compensi annui per l organo direttivo ammonta ad euro per il Presidente e ad euro per ciascun componente. Il compenso spettante ai componenti del collegio dei revisori è di euro per il presidente e di euro 837 per ciascun componente. Tutti i predetti compensi sono stati ridotti ai sensi dell art. 6, comma 3, del decreto legge n. 78/2010, convertito dalla legge n. 122/2010. Nel corso del 2016 il consiglio di amministrazione ed il collegio dei revisori hanno tenuto, rispettivamente, 10 e 4 riunioni. Alla direzione dell Ente è preposto il Direttore generale, come previsto dalle modifiche apportate allo statuto dell Istituto (art.8) con delibera del Consiglio di amministrazione n.70/2014 ed approvate dal MIUR-Direzione generale per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca - con decreto 26 settembre L attuale Direttore generale è stato nominato con decreto n. 20 del 26 gennaio 2015 nella persona dell ex Direttore amministrativo, cui erano state già conferite le relative funzioni dal Consiglio di amministrazione nel febbraio L Organismo Indipendente di Valutazione (OIV) è stato costituito, ai sensi dell art. 14 del d.lgs. 27 ottobre 2009 n. 150, in forma monocratica, con delibera del Consiglio di amministrazione n. 72 del 4 aprile 2014, per la durata di un triennio; il compenso ad esso riservato è stato fissato in euro lordi annui. La nomina dell Organismo per il nuovo triennio non è stata, al momento, perfezionata: l ente ha comunicato che è in corso l elaborazione del relativo bando di selezione. L ente risulta essersi allineato alle prescrizioni normative in tema di trasparenza e di prevenzione della corruzione, per il triennio 2014/2016, attraverso l adozione da parte del consiglio di amministrazione delle delibere n. 79 e n. 80 del in data 10 luglio 2014, con le quali sono stati approvati il Piano triennale anticorruzione, il Programma triennale per la trasparenza e l integrità, il Piano triennale della performance. Con successive deliberazioni n. 158 del 21 luglio-2 agosto 2016 e n. 176 del 27 febbraio 2017, sono stati adottati i Piani triennali integrati della performance, anticorruzione e per la trasparenza, rispettivamente per i trienni 2016/2018 e 2017/ In conformità all'art. 31 del d. lgs. n. 33/2013 l Istituto, a partire dalla relazione 2013/2014, ha provveduto ad inserire i referti della Corte dei conti nell apposito spazio all interno della sezione Amministrazione trasparente. 14 3. RISORSE UMANE Il reclutamento e la gestione del personale, operante a vario titolo nell ente, sono disciplinati dal Regolamento di amministrazione, finanza e contabilità che è stato adottato in data 15 marzo 2006, in conseguenza del riordino dell Istituto, disposto dall art. 1-quinquies del d.l. n. 250/2005, convertito dalla l. n. 27/2006. La pianta organica consta di 6 unità, ed è stata determinata nel rispetto del d.p.c.m. 22 gennaio A seguito della trasformazione dell istituto in ente di ricerca il personale a tempo indeterminato ha esercitato la facoltà riconosciute dall art 16 del citato regolamento, optando per l applicazione del relativo contratto collettivo nazionale (CCNL). Nella tabella che segue è rappresentata l attuale consistenza del personale in servizio con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, che si presenta pari a 5 unità e, quindi, inferiore alla riferita dotazione di diritto. Tabella 1 - Personale dipendente a tempo indeterminato in servizio. QUALIFICA LIVELLO RETRIBUTIVO PERSONALE IN SERVIZIO RICERCATORE III L 1 2 FUNZIONARIO AMMINISTRATIVO IV L 2 2 FUNZIONARIO AMMINISTRATIVO V L 1 0 COLLABORATORE AMMINISTRATIVO VI L 1 1 TOTALE 5 5 Per quel che concerne le qualifiche professionali previste in pianta organica, deve segnalarsi - rispetto agli esercizi in esame - che l Istituto ha dovuto procedere al re-inquadramento di un funzionario amministrativo di V livello nella qualifica di ricercatore-tecnologo di III livello, all esito del contenzioso da questi instaurato, deciso con sentenza favorevole del Giudice del lavoro (Tribunale di Roma, sentenza n /2012) confermata in grado d appello con decisione n. 6484/2015. In particolare il diverso inquadramento è stato disposto con provvedimento del Direttore generale n. 48 del 5 aprile 2016, nel quale è stata anche stabilita la liquidazione delle competenze dovute a titolo di arretrati in favore del dipendente, con contestuale imputazione delle necessarie risorse finanziarie nel bilancio di previsione per l esercizio Da tale vicenda discende la differente composizione del personale in servizio tra le annualità scrutinate. La conseguente intervenuta variazione della struttura della dotazione organica originaria dell Ente (n. 2 ricercatori in luogo di 1) è stata comunicata, altresì, al Ministero vigilante, in occasione della trasmissione del Piano Triennale di Attività (nota prot. 823 del 18 maggio 2016). Accanto ai dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, prestano servizio nell Istituto n. 1 ricercatore con contratto a tempo determinato e n. 2 unità di personale con contratti di collaborazione coordinata e continuativa. Anche in questo ambito si sono registrate variazioni nell arco temporale degli esercizi 2015 e In particolare il ricercatore, preposto a seguire lo specifico progetto Storie e mappe digitali della letteratura tedesca nel Novecento ammesso a finanziamento a valere sul FIRB con provvedimento ministeriale del 21 novembre 2012 (della durata di 60 mesi) è stato sostituito in seguito alla sua nomina quale professore associato presso un ateneo universitario: il rapporto è stato risolto consensualmente a decorrere dal 1 marzo 2016, mentre nel dicembre 2016 è stata completata la procedura di reclutamento del nuovo ricercatore che continuerà a sviluppare il progetto, la cui assunzione sempre a tempo determinato ha decorrenza dal 1 gennaio2017. Per quel che concerne i collaboratori, che l Istituto di regola impegna in funzioni di supporto alla ricerca scientifica e alla cura dell attività editoriale, sono stati stipulati due contratti nel febbraio 2015 con provvedimenti in pari data, dei quali uno si è concluso il 31 gennaio 2016 e l altro il 31 gennaio Conclusivamente sul tema del personale può segnalarsi che, già dall esercizio seguente a quelli in esame, si profila un implementazione della dotazione organica dell Istituto, in relazione alle previsioni contenute nel decreto del Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca scientifica n. 105 del 26 febbraio 2016, che consentono nuove assunzioni di ricercatori a tempo indeterminato negli enti di ricerca: al riguardo il Direttore generale ha riferito, infatti, che nel dicembre 2016 sono state completate le procedure per l assunzione di due ricercatori (cfr. n. nota prot del 4 dicembre 2017). 16 Nella tabella che segue sono rappresentati i costi del personale riferiti agli esercizi in esame. E riportato, altresì, l esercizio 2014 a fini comparativi. Tabella 2 - Costo del personale Personale a tempo indeterminato: Variazioni percentuali 2016 Variazioni percentuali Competenze fisse , ,75 Contributi obbligatori , ,42 Arretrati anni precedenti personale tempo indeterminato. Personale a tempo determinato: Competenze fisse (Dir. amm.vo- Dir. Generale) Arretrati anni precedenti personale tempo determinato , , , Contributi obbligatori , ,59 Formazione del personale , ,34 Buoni pasto e mensa ,68 Trattamento missione e rimborso spese viaggi personale , ,68 Fondo miglioramento efficienza Totale , ,12 Accantonamento fondo di anzianità , ,73 TOTALE , ,70 17 4. ATTIVITÀ ISTITUZIONALE L IISG, quale ente pubblico di ricerca, a carattere non strumentale, ha la finalità di svolgere e promuovere attività di ricerca scientifica e documentazione sulla storia e cultura dei popoli di lingua germanica, nei reciproci rapporti con l Italia. Nel corso del 2015 è proseguita l attività di ricerca, la cui linea più rilevante è quella letteraria. In particolare, il progetto dal titolo Storia e mappe digitali della letteratura tedesca in Italia nel novecento: editoria, campo letterario, interferenza, inizialmente finanziato con risorse a valere sul Fondo per gli Investimenti nella Ricerca di Base (FIRB), è stato ampliato con un progetto premiale, denominato La cultura tedesca in Italia Contributi alla gestione del conflitto. In contemporanea l Istituto ha altresì avviato una nuova linea dedicata alla letteratura scandinava tradotta. Permangono poi le ulteriori linee di ricerca che riguardano la filosofia, la storia, il cinema, la musica, la linguistica e la storia della cultura. Nell anno 2015 è stata avviata la fondamentale opera di ammodernamento
Related Search
Similar documents
View more...
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks