Parrocchia S. Maria Assunta - Maccio Santuario Santissima Trinità Misericordia

Description
Parrocchia S. Maria Assunta - Maccio Santuario Santissima Trinità Misericordia Regem venturum Dominum, venite adoremus. Gioisci, figlia di Sion, esulta, figlia di Gerusalemme: ecco, il Signore verrà, ed

Please download to get full document.

View again

of 8
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Presentations & Public Speaking

Publish on:

Views: 2 | Pages: 8

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
Parrocchia S. Maria Assunta - Maccio Santuario Santissima Trinità Misericordia Regem venturum Dominum, venite adoremus. Gioisci, figlia di Sion, esulta, figlia di Gerusalemme: ecco, il Signore verrà, ed in quel giorno vi sarà grande luce, i monti stilleranno dolcezza, e dai colli scorrerà latte e miele, perché verrà un grande profeta e rinnoverà Gerusalemme. Ecco verrà il Signore, Dio e Uomo, discendente di Davide e si asside sul trono, voi lo vedrete e il vostro cuore sarà colmo di gioia. Ecco verrà il Signore, nostra forza, il santo di Israele, portando sul capo la corona regale, regnerà da un mare all'altro, e dal fiume ai confini della terra. Ecco apparirà il Signore e non mancherà di parola, se indugia attendilo, perché verrà e non potrà tardare. Il Signore discenderà come pioggia sull'erba: in quei giorni spunterà la giustizia e l'abbondanza della pace: tutti i re della terra lo adoreranno e tutti i popoli lo serviranno. Nascerà per noi un bambino e sarà chiamato Dio forte: egli siederà sul trono di Davide suo padre e regnerà ed il segno della sovranità sarà posto sulle sue spalle. Betlemme, città del Dio altissimo, da te verrà il dominatore d'israele; le sue origini sono dall'eternità, e sarà glorificato in tutto il mondo; alla sua venuta stabilirà la pace sulla nostra terra. Polisalmo Giubilate, o cieli; rallegrati, o terra, * o monti, gridate di gioia. Dalle montagne sgorghi la letizia, * e la giustizia dalle colline. Ecco, il Signore viene, * ed ha pietà dei suoi miseri. Stillate, o cieli, dall'alto e le nubi piovano il Giusto, * si apra la terra e germogli il Salvatore. Ricordati di noi, Signore, * visitaci con la tua salvezza. Mostraci, Signore, la tua misericordia * e donaci la tua salvezza. Manda l'agnello a governare il mondo, * dalla rupe del deserto al monte della figlia di Sion. Vieni a liberarci, o Signore, * fa' splendere il tuo volto e noi saremo salvi. Vieni, o Signore, a portarci la pace: * davanti a te gioiremo con cuore fedele, perché si conosca sulla terra la tua via, * fra tutte le genti la tua salvezza. Risveglia, o Signore, la tua potenza * e vieni in nostro soccorso. Vieni, o Signore, non tardare: * perdona i peccati del tuo popolo. Se tu squarciassi i cieli e scendessi! * Davanti a te sussulterebbero i monti. Vieni, o Signore, e fa' splendere su di noi il tuo volto, * tu che sei assiso sui cherubini. Gloria CAPITOLO (Cfr. Lett. Agli Ebrei 6, 20; 7,2.3) Come nostro Precursore, entra nei cieli l Agnello senza macchia, diventato Sacerdote in eterno, secondo l ordine di Melchisedech. Egli è il re della giustizia, la cui discendenza non avrà mai fine. R./ Rendiamo grazie a Dio. INNO Ecco, una voce chiara rimprovera risuonando, tutte le oscurità: Lontano fuggano i sogni: dall alto spunta Gesù. Ecco: ci è mandato l Agnello a sciogliere gratuitamente il debito: tutti insieme con lacrime imploriamo il perdono. Lo splendido Creatore del mondo assunse un corpo di servo Facendosi uomo per liberare l uomo e non perdere coloro che aveva creato. Il grembo della Vergine Madre accoglie la grazia del cielo. Il ventre della fanciulla porta segreti imperscrutabili. La dimora del purissimo petto d improvviso diviene Tempio di Dio intatta, senza conoscere uomo, concepisce il Figlio divino. A Dio Padre sia gloria e al suo unigenito Figlio con lo Spirito Paraclito nei secoli dei secoli. Amen. Antifone al Magnificat 16 dic. Ecco, verrà il Re, Signore della terra, e toglierà il giogo della nostra schiavitù. 17 dic. O Sapienza, che esci dalla bocca dell'altissimo, ti estendi ai confini del mondo, e tutto disponi con soavità e con forza, vieni, insegnaci la via della saggezza. 18 dic. O Signore, guida della casa d'israele, che sei apparso a Mosè nel fuoco del roveto, e sul monte Sinai gli hai dato la legge: vieni a liberarci con braccio potente. 19 dic. O Germoglio di Jesse, che ti innalzi come segno per i popoli: tacciono davanti a te i re della terra, e le nazioni t'invocano: vieni a liberarci, non tardare. 20 dic. O Chiave di Davide, scettro della casa d'israele, che apri, e nessuno può chiudere, chiudi, e nessuno può aprire: vieni, libera l'uomo prigioniero, che giace nelle tenebre e nell'ombra di morte. 21 dic. O Astro che sorgi, splendore della luce eterna, sole di giustizia: vieni, illumina chi giace nelle tenebre e nell'ombra di morte. 22 dic. O Re delle genti, atteso da tutte le nazioni, pietra angolare che riunisci i popoli in uno, vieni, e salva l'uomo che hai formato dalla terra. 23 dic. O Emmanuele, nostro re e legislatore, speranza e salvezza dei popoli: vieni a salvarci, o Signore nostro Dio. 24 dic. Quando sorgerà il sole, vedrete il Re dei re: come lo sposo dalla stanza nuziale egli viene dal Padre. MAGNIFICAT L anima mia magnifica il Signore * e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l'umiltà della sua serva. * D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l'onnipotente * e Santo è il suo nome: di generazione in generazione la sua misericordia * si stende su quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, * ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, * ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati, * ha rimandato i ricchi a mani vuote. Ha soccorso Israele, suo servo, * ricordandosi della sua misericordia, come aveva promesso ai nostri padri, * ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre. Gloria. Si ripete l'antifona al Magnificat. Preghiamo. Affrettati, o Signore, non tardare, e manifesta in noi la potenza della tua grazia, perché coloro che confidano nella tua misericordia, siano consolati dalla tua venuta. Tu che vivi e regni con Dio Padre, Nell unità dello Spirito Santo Per tutti i secoli dei secoli. Amen. INNO Chiara una voce dal cielo si diffonde nella notte: fuggono i sogni e le angosce, splende la luce di Cristo. Si desti il cuore dal sonno, non più turbato dal male; un astro nuovo rifulge, fra le tenebre del mondo. Ecco l'agnello di Dio, prezzo del nostro riscatto: con fede viva imploriamo il suo perdono e la pace. Quando alla fine dei tempi Cristo verrà nella gloria, dal suo tremendo giudizio ci liberi la sua grazia. Sia lode a Cristo Signore, al Padre e al Santo Spirito, com'era nel principio ora e nei secoli eterni. Amen. INNO Le voci dei profeti annunziano il Signore, che reca a tutti gli uomini il dono della pace. Ecco una luce nuova s'accende nel mattino, una voce risuona: viene il re della gloria. Nel suo primo avvento, Cristo venne a salvarci, a guarir le ferite del corpo e dello spirito. Alla fine dei tempi, tornerà come giudice; darà il regno promesso ai suoi servi fedeli. Or sul nostro cammino la sua luce risplende: Gesù, sole di grazia, ci chiama a vita nuova. Te, Cristo, noi cerchiamo; te vogliamo conoscere, per lodarti in eterno nella patria beata. A te lode, Signore, nato da Maria Vergine, al Padre e al Santo Spirito nei secoli dei secoli. Amen
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks