Comune di Crespellano. Consuntivo di metà Mandato

Description
Comune di Crespellano Consuntivo di metà Mandato 2009/ Crespellano Sindaco Alfredo Parini L intento di questa pubblicazione, a completo carico dei componenti del Gruppo Consiliare di maggioranza

Please download to get full document.

View again

of 29
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Concepts & Trends

Publish on:

Views: 3 | Pages: 29

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
Comune di Crespellano Consuntivo di metà Mandato 2009/2012 2 Crespellano Sindaco Alfredo Parini L intento di questa pubblicazione, a completo carico dei componenti del Gruppo Consiliare di maggioranza e della Giunta Municipale, è di mettere in evidenza quanto realizzato dall inizio del Mandato, quanto è in fase di realizzazione e quanto ci rimane ancora da fare. Resistere, resistere, resistere Sono passati oltre due anni e mezzo dall insediamento dell attuale Amministrazione comunale. Abbiamo superato più di metà del nostro cammino e riteniamo doveroso presentare ai cittadini un bilancio che illustri il programma svolto finora, i traguardi raggiunti, le difficoltà incontrate e quelle future, ciò che rimane ancora da fare. Il periodo storico che ci ha accompagnato non poteva essere peggiore. Siamo partiti con una crisi economica internazionale senza precedenti, che a livello nazionale ha coinvolto tutti mentre il governo Berlusconi ne sminuiva la portata. Ci troviamo ora col governo Monti che, sebbene abbia il pregio della credibilità nazionale e internazionale e stia operando tenacemente per risollevare il Paese dal baratro nel quale è stato portato, pone enormi sacrifici non distribuiti equamente e che, ancora una volta colpiscono pesantemente gli strati sociali più deboli e gli enti locali. In primo luogo il Comune, che è il primo interlocutore delle famiglie, dei giovani, degli anziani, degli umili. Se a ciò si aggiunge che dalle scelte dell attuale governo non emergono elementi che indichino un nuovo sviluppo e che, per il nostro consiglio comunale, pur avendo approvato il bilancio di previsione per l anno 2012 solo alla fine di maggio, permangono elementi di confusione e di imprecisione nei dati che ci sono stati forniti, ci si può rendere conto del marasma in cui ci troviamo. Nonostante questo scenario ci siamo mossi e ci muoveremo con il massimo impegno per portare a termine i nostri obiettivi, che sono puntualmente declinati nel programma elettorale. Il nostro motto è: resistere, resistere, resistere! Resistere ai valori del capitalismo selvaggio: l individualismo, l egoismo, l arroganza, la violenza, il razzismo, le nuove forme di fascismo; resistere a qualsiasi forma corporativa, legale, istituzionale che porti ad una emarginazione dei ceti sociali più deboli; resistere ad ogni forma politica ed economica che porti ad indebolire la cultura della pace, della solidarietà nazionale ed internazionale. Fino ad ora siamo riusciti in questi intenti perché il sistema sociale regionale, e nello specifico di Crespellano, è strutturato su una forte coesione fra l amministrazione comunale e le associazioni che operano sul territorio: Proloco, Auser, Parrocchie, Avis, Ant, Alpini, Polisportiva, Centri Sociali, ecc, che sono un baluardo contro la disgregazione. Come già detto, l intento di questa pubblicazione è di mettere in evidenza quanto realizzato fino ad ora, quanto è in fase di realizzazione e quanto ci rimane ancora da fare, il tutto basato su tre linee guida che da tempo caratterizzano l azione della giunta di Crespellano: 1) grande attenzione ai servizi alla persona, alla famiglia e alle fasce più deboli; 2) un programma di opere pubbliche che rendano sempre più vivibile e fruibile il nostro paese; 3) riforma della macchina amministrativa per ammodernare la struttura e migliorare l efficacia degli interventi. 3 Tre scelte strategiche: l ASC, il PSC, la fusione dei Comuni della Valsamoggia. L ASC - Azienda Speciale Consortile Insieme Già nel mandato amministrativo i Comuni del distretto socio-sanitario di Casalecchio di Reno hanno predisposto un progetto di gestione unificata dei servizi sociosanitari dei Comuni, che prevede l assegnazione delle deleghe comunali del settore e il relativo personale ad un azienda consortile, denominata ASC INSIEME. Questa azienda, oltre alla gestione dei servizi, ha degli obiettivi primari: mantenere i servizi in essere e dove possibile implementarli, omogeneizzarli sul territorio avendo come elemento di riferimento il livello qualitativo più alto esistente, uniformare le tariffe. L avvio è avvenuto all inizio del 2010 e si sta procedendo nella realizzazione degli obiettivi sui quali si basa la Convenzione tra ASC e i nove comuni del Distretto. IL PSC - Piano Strutturale Comunale Assieme ai Comuni della Valsamoggia, Monte San Pietro e Zola Predosa stiamo elaborando i nuovi strumenti urbanistici che vengono sinteticamente indicati con l acronimo PSC (Piano Strutturale Comunale) anche se si tratta di più documenti. È una scelta condivisa con l Amministrazione Provinciale di Bologna molto innovativa perché si passa da un interesse prettamente locale ad una visione politica di un territorio vasto, che ha come asse viario principale la Via Bazzanese. L obiettivo è di arrivare ad una serie di norme comuni che portino alla salvaguardia delle specificità dell intero territorio e che ne regolino la tutela e lo sviluppo in una prospettiva di almeno quindici/venti anni. La fusione dei Comuni Nel 2001, a seguito del primo programma di riordino territoriale della regione Emilia Romagna, alla comunità montana di Monteveglio, Castello di Serravalle, Savigno, Monte San Pietro, vengono aggregati Crespellano e Bazzano. Nasce un ibrido che viene chiamato Comunità Montana Unione dei Comuni della Valsamoggia che diventa definitivamente unione amministrativa nel 2009 a seguito di un ulteriore riordino. Già dal 2001 si considerava la possibilità di arrivare ad una fusione in un comune unico, ma è coi programmi elettorali del 2009 che i cinque comuni di Crespellano, Bazzano, Monteveglio, Castello di Serravalle e Savigno si sono impegnati a chiedere alla Regione di avviare l iter per la fusione che prevede una richiesta dei consigli comunali, un referendum consultivo, una legge regionale. Le motivazioni di questa scelta sono diverse: storiche, culturali, di appartenenza, di economie di scala, di sviluppo. In più è incisivo il fatto che dopo questa crisi economica che ci attanaglia tutti, dobbiamo avere la consapevolezza che nulla sarà più come prima. Non ci potremo più permettere il lusso di tanti piccoli Comuni. Lo stesso Governo favorisce questi accorpamenti così come li promuove la nostra Regione. Ci auguriamo che tutti i cittadini dei nostri Comuni si rendano conto dell importanza storica di questa scelta e che anche questa volta ci concedano la loro fiducia. Chi bene Inizia All inizio del nostro mandato abbiamo inaugurato due opere molto importanti il cui percorso è iniziato nel mandato precedente: la Casa della Salute a Crespellano ed il Parco De Andrè. Altri interventi sono stati conclusi successivamente, altri sono in fase di conclusione, altri ancora saranno portati a termine entro la fine del mandato. Di questi entreremo nel merito nelle prossime pagine. Mi si permetta, ora, di parlare delle prime due che dimostrano l impegno continuativo delle amministrazioni di Crespellano per dare ai cittadini le opportunità di avere strutture e servizi facilmente fruibili. La Casa della Salute Dagli apprezzamenti avuti da tanti sono sicuro che la maggior parte dei cittadini riconoscano il valore di questo servizio che ha portato tutti i medici di base in un unica strut- 4 Crespellano tura, consentendo una più proficua collaborazione fra loro a favore degli utenti, che ha snellito l iter di consegna delle ricette, che ha creato un punto prelievo e dotato di spazi idonei il servizio di podologia e l Ambulatorio Amico formato da infermieri volontari. Ha permesso anche, per gli utenti i cui medici hanno scelto la visita per appuntamento, di diminuire i lunghi tempi di attesa ai quali erano costretti e ci auguriamo che questa possibilità sia estesa anche agli altri. È un progetto che prevede nuovi sviluppi che potranno essere realizzati con accordi fra il servizio sanitario di medicina di base e gli stessi medici. Lo stesso servizio è previsto anche per Calcara e l obiettivo era di attivarlo anch esso agli inizi del mandato, purtroppo difficoltà di ordine normativo e contrattuale fra l Ausl e i medici di base hanno prolungato la firma dell accordo fra Comune, medicina di base e medici fino alla fine del 2011, e il Comune non si poteva impegnare in una ristrutturazione degli spazi necessari se non aveva la certezza dell accordo. Ora i tempi sono maturi. Il Parco De Andrè Non ci sono dubbi che il centro di Crespellano necessitasse di un parco pubblico, facilmente accessibile e a disposizione di tutti. La scelta di trasformare il vecchio campo sportivo in parco collegandolo ai giardini già esistenti e all altra parte che confina con Via Nenni è stata un idea vincente. Basta passarci accanto sia nei giorni feriali che in quelli festivi, specie ora con l inizio della bella stagione, che ci si rende conto di quanto sia frequentato. Se poi si pensa che di fianco alla scuola primaria in costruzione ce ne sarà un altro di analoghe dimensioni possiamo immaginarci, considerando nel contesto anche quello di Pragatto, quale sia la dotazione di verde pubblico del capoluogo. Aggiungiamo infine l area verde a monte della zona residenziale collinare, che ha maggiori problematiche di gestione e fruibilità. La nostra attenzione deve ora convergere sulle aree verdi di Calcara, che vanno in parte sistemate dai privati che le debbono consegnare al Comune, e in parte attrezzate dall amministrazione comunale. La Casa fra le Nuvole A questo punto vorrei spendere qualche parola sulla Casa fra le Nuvole che sta sorgendo di fianco al parco De Andrè. È vero che è una struttura a valenza distrettuale che ha avuto un finanziamento regionale. È vero che l associazione Volhand sta spendendo tutte le sue energie nel portare a termine questo progetto. È vero che la Coop Costruzioni si è impegnata al massimo nella realizzazione di questo edificio. Mi permetto però di dire che l Amministrazione comunale ha svolto e sta svolgendo un ruolo determinante in questa impresa. Non solo perché ha messo a disposizione il terreno ed è intervenuta anche con contributi economici, ma perché ha messo in campo le sue competenze professionali fin dalla progettazione ed ha accompagnato politicamente tutto il percorso, e quindi si può capire quanto sia orgogliosa nel cominciare a vedere i primi risultati. Mancano ancora risorse. Il volontariato ha dato tanto: la Proloco, la Sala Mimosa, le sezioni PD, i Centri Sociali di Crespellano e Ponte Samoggia, alcune aziende e alcune famiglie. Si pensi che se le quasi 4500 famiglie di Crespellano contribuissero anch esse con pochi euro ciascuna si dimostrerebbe una forte sensibilità accompagnata ad un buon risultato. Riqualificazione del territorio Negli anni passati c è stata da parte delle Amministrazioni comunali un forte impegno nella riqualificazione dei centri storici. In questo mandato anche noi abbiamo fatto la scelta di un progetto complessivo che riguarda sia l arredo urbano sia la viabilità. E un progetto per stralci che ha già visto il rifacimento di Piazza della Pace, Piazza Pisacane, Largo Don Dossetti, ora si deve intervenire su Via Marconi e Piazza Berozzi, successivamente sarà la volta di Viale togliatti, Via Lenzarini e Via Michele Ferro. 5 Riqualificazione dell edificio comunale All interno del progetto di riqualificazione del Centro storico abbiamo provveduto ad un intervento sull edificio comunale con il rifacimento del tetto, la manutenzione delle imposte, la tinteggiatura dell edificio dotando anche di un impianto di illuminazione esterna che ne esalti la caratteristica architettonica e il valore istituzionale. Servizio Unico delle Attività Produttive (Suap) La scelta condivisa nell Unione dei Comuni di collocare l ufficio SUAP a Crespellano, Comune dove è presente il maggior numero di attività produttive, ci ha coinvolti nella progettazione e nella realizzazione, presso spazi di proprietà comunale, degli uffici che si trovano in Largo Don Dossetti (foto a destra). Nuova scuola primaria di Crespellano E la nota dolente che ci sta accompagnando. Frutto di un accordo territoriale fra il Comune e un impresa privata quest opera doveva essere terminata entro la fine del La grave crisi economica attuale ha coinvolto il soggetto attuatore. Il cantiere non è fermo ma sta procedendo troppo lentamente. E da mesi che si sta cercando una soluzione che possa portare a conclusione i lavori senza dovere escutere la fideiussione che l attuatore ha nei confronti del Comune, introitando una somma sottoposta al rischio di non poter essere spesa a causa dei limiti imposti dal patto di stabilità. Interventi nelle scuole All interno della scuola materna di Calcara è stata ricavata una quarta sezione che non è stata attivata perché non sono stati assegnati dallo Stato gli insegnanti. Si è provveduto alla installazione della scala antincendio all esterno dell edificio storico della scuola primaria di Crespellano. In autunno partiranno i lavori di ripristino dell edificio storico della scuola di Calcara le cui aule saranno consegnate alla dirigenza scolastica nell estate del In autunno inizieranno i lavori di costruzione del nuovo asilo nido di Crespellano che prevede tre sezioni. Due di queste ospiteranno due sezioni che attualmente si trovano nella sede attuale. Al loro posto sarà allestita una nuova sezione di scuola materna. Pista ciclabile Crespellano-Muffa Con l allestimento dell impianto di illuminazione che si sta attuando in 6 Crespellano questi giorni si completa definitivamente un opera fortemente voluta dai cittadini. Barriere di sicurezza Abbiamo provveduto ad installare delle barriere di protezione dei pedoni lungo la Via Provinciale a Crespellano e Via Garibaldi a Calcara. Aree di sgambamento Sono state allestite due aree di sgambamento per i cani rispettivamente a Crespellano e a Calcara. Siamo consapevoli che non sono sufficienti ed è nostro impegno trovare altre soluzioni. Percorso pedonale ex Coop - Via Togliatti e relativo parcheggio E stato allestito un percorso pedonale (foto sotto) che collega Via Michele Ferro a Via Togliatti e nell area ex Coop si è creato un parcheggio che, quando la scuola primaria passerà nel nuovo edificio in costruzione, potrà essere esteso fino a Via Togliatti. Realizzazione a Calcara di un percorso ciclopedonale che collega quello già esistente lungo il fiume Samoggia con Via Larga. Realizzazione a Pragatto di arredo dell incrocio tra Via Provinciale, Via IV Novembre e Viale della Stazione. Urbanistica Gestione e aggiornamento dell attuale PRG (Piano Regolatore Generale) Dal suo insediamento questa Amministrazione comunale è intervenuta in continuità con l Amministrazione precedente, con interventi a carattere urbanistico sul PRG vigente che hanno portato alle seguenti varianti ) approvazione di una variante adottata nel 2009 che conteneva 21 oggetti, molti dei quali corrispondono alla rischedatura con finalità di cambio d uso di edifici in zone agricole, nonché piccoli inserimenti di nuove aree per attività produttive. 2) adozione della variante di recepimento nel PRG del tracciato della nuova Bazzanese con contestuale apposizione del vincolo espropriativo. 3) variante al PRG per esigenze di ampliamento di tre aziende produttive presenti nel territorio comunale. 4) attivazione mediante approvazione dei piani particolareggiati di parte delle previsioni del PRG vigente ) avvio del percorso di definizione del PSC mediante fasi di consultazione che hanno portato alla definizione del documento preliminare, all apertura della Conferenza di Pianificazione che si è conclusa con la sottoscrizione tra i Comuni dell Associazione e la Provincia di Bologna dell accordo di pianificazione nel quale si condividono i contenuti del documento preliminare. 2) parallelamente è stato predisposto l accordo territoriale per le attività produttive fra i Comuni dell Associazione, i comuni di Anzola dell Emilia e di Casalecchio di Reno, nonché la provincia di Bologna. Tale documento sarà sottoscritto prima dell estate. 3) approvazione di una variante al PRG vigente in attuazione di accordi sottoscritti dall Amministrazione precedente. 4) approvazione del progetto definitivo della strada urbana e parcheggi pubblici in località Pragatto conseguente a convenzione urbanistica sottoscritta dall Amministrazione precedente. 5) approvazione della variante al PRG adottata nel 2010 che recepiva il tracciato della Nuova Bazzanese ) in attuazione dell accordo territoriale tra la provincia di Bologna, comune di Crespellano e comune di Savigno è stata adottata una variante al P.R.G. per l inserimento di un area residenziale. 2) adottata una variante al P.R.G. per l inserimento di area agricola speciale per un area di trattamento e di stoccaggio di biomasse. 3) attuazione di accordi territoriali fra i comuni di Crespellano, Monteveglio e Castello di Serravalle per il trasferimento di capacità edificatorie previste negli strumenti urbanistici vigenti in aree in comune di Crespellano. periodico trimestrale a cura dell Amministrazione comunale di Crespellano (Bo) Anno XXVI n. 3 Settembre 2011 Aut. Tribunale di Bologna n del 12/3/1985 Diffusione gratuita Direttore responsabile: Annalisa Paltrinieri Redazione: Municipio di Crespellano, piazza Berozzi, 3 foto: Archivio Comunale, Pablo Chiuso in tipografia 10/09/ Tiratura: copie Progetto grafico: PABLO Stampa: Tipografia Moderna, Bologna A Porte Aperte Periodico trimestrale Tassa pagata Invii senza indirizzo Autorizzazione n. DCO/DC/BO/ISI/1586/2002 del 22/03/2002 Anno XXVI n. 3 settembre 2011 Comunicazione Un obiettivo strategico dell Amministrazione è stato potenziare l attività di informazione e comunicazione a vantaggio della trasparenza e della facilitazione del contatto tra i cittadini e gli amministratori. Sito istituzionale del comune Il sito è diventato per l Amministrazione il più incisivo e tempestivo strumento di comunicazione nei confronti dei cittadini e degli amministratori. In questa logica, è stata aggiornata tutta la modulistica pubblicata, per consentire al cittadino-utente il reperimento di tutte le informazioni necessarie per l avvio e la gestione di una pratica. Il servizio di invio di newsletter telematiche è stato potenziato; è stata creata una sezione per l Albo Pretorio, nella quale vengono pubblicati gli atti del Comune e di altri Enti; è stato dedicato un apposito spazio alla trasparenza, ovvero alla pubblicazione di informazioni attinenti al personale in servizio presso il Comune e agli incarichi conferiti a soggetti esterni; nella home page oggi trovano spazio anche gli Ordini del Giorno approvati dal Consiglio Comunale, ovvero quei documenti di contenuto prettamente politico relativi a fatti e questioni di interesse della comunità locale o anche nazionale e internazionale su problematiche politico-sociali di carattere generale. Dal 2010 le deliberazioni di Giunta e Consiglio Comunale vengono pubblicate integralmente sul sito nell apposita sezione dell albo e questo consente da un lato il soddisfacimento del diritto di informazione e d accesso del cittadino e del Consigliere, e, dall altro, semplifica il lavoro degli uffici preposti a riscontrare le richieste di copie di atti. Periodico di informazione comunale A porte aperte Pur compatibilmente con le norme di legge che recentemente hanno imposto una drastica riduzione delle spese di informazione, questa Amministrazione ha proseguito nella gestione del periodico comunale cercando di migliorare la qualità e la completezza delle informazioni pubblicate. Inoltre, nell intento di creare sinergie e collaborazioni con il mondo del volontariato anche nella fase di programmazione delle iniziative, è stata implementata l attività di coordinamento con le Associazioni del territorio ed è stato creato un unico calendario-eventi al quale sono dedicate le pagine centrali di ogni numero del periodico. Ogni numero viene pubblicato integralmente nell home page del sito e viene distribuito capillarmente su tutto il territorio grazie al coinvolgimento dell associazione di volontariato Auser e e del servizio posta
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks