BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 33 DEL 18 AGOSTO PDF

Description
DECRETO DIRIGENZIALE N. 108 del 24 giugno 2008 AREA GENERALE DI COORDINAMENTO LAVORI PUBBLICI, OPERE PUBBLICHE, AT- TUAZIONE, ESPROPRIAZIONE SETTORE OPERE PUBBLICHE, ATTUAZIONE, ESPROPRIAZIO- NI,FONDO

Please download to get full document.

View again

of 8
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Essays & Theses

Publish on:

Views: 4 | Pages: 8

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
DECRETO DIRIGENZIALE N. 108 del 24 giugno 2008 AREA GENERALE DI COORDINAMENTO LAVORI PUBBLICI, OPERE PUBBLICHE, AT- TUAZIONE, ESPROPRIAZIONE SETTORE OPERE PUBBLICHE, ATTUAZIONE, ESPROPRIAZIO- NI,FONDO INVESTIMENTO OCCUPAZIONALE (FIO) - Affidamento all Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico (ISVE) dello studio di marketing territoriale per la realizzazione di un laboratorio distrettuale a servizio dell area Nord di Napoli di cui alla deliberazione di G.R. n. 160 del 10/02/200 ed approvazione schema convenzione per affidamento. PREMESSO - CHE con L.R. n. 1 del 19/01/2007 sono state approvate le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della regione Campania (legge finanziaria 2007) e, con L.R. n. 2 del 19/01/2007, il bilancio di previsione per l anno finanziario 2007 ed il bilancio pluriennale per il triennio ; - CHE con deliberazione di G.R. n. 160 del 10/02/2007 di approvazione del bilancio gestionale 2007, è stata appostata sul capitolo 2178 della U.P.B la somma di ,00 per il finanziamento di uno studio di marketing territoriale per la realizzazione di un laboratorio distrettuale al servizio dell area Nord di Napoli; - CHE con L.R. n. 14 del 17/12/2007 e successiva deliberazione di G.R. n. 2188/2007 di 2 a variazione al bilancio gestionale 2007 il predetto importo di ,00 è stato decurtato ed assestato in ,26; - CHE, con D.D. n. 223 del 28/12/2007 è stato autorizzato l impegno della sopra indicata somma di ,26 destinata alla realizzazione dello studio come sopra specificato sul cap della U.P.B del bilancio gestionale RILEVATO - CHE la regione Campania, giusta deliberazione di G.R. n del 29/07/1977, ha aderito all Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico ISVE, associazione giuridicamente riconosciuta con D.P.R. n. 715 del 29/01/1976, della quale è divenuta unico socio ordinario. ATTESO - CHE è stata individuata nel Settore Opere Pubbliche la struttura competente a gestire il procedimento amministrativo relativo agli interventi finanziati con deliberazione di G.R. n. 160 del 10/02/2007, tra i quali figura lo studio di marketing territoriale oggetto del presente affidamento; - CHE, data la peculiarità dello studio da realizzare, in linea con precedenti affidamenti da parte di altri Settori dell amministrazione regionale, si ravvisa l opportunità di avvalersi della riconosciuta competenza e della significativa esperienza maturate in materia dell ISVE, che, per statuto, svolge anche attività di progettazione ed attuazione di azioni di sviluppo locale. CONSIDERATO - CHE attualmente la regione Campania risulta essere l unico associato dell ISVE ed, alla luce di quanto previsto dall art. 1 dello statuto, ne detiene il controllo totalitario; - CHE, ai sensi dello statuto, l ISVE opera sotto la direzione ed il coordinamento della regione Campania (cfr. art. 6), la quale esercita un controllo gestionale e finanziario stringente sull Istituto, determinandone l indirizzo e la politica generale (cfr. art. 10. lett. a), indicandone il Presidente e legale rappresentante, la maggioranza dei componenti del Consiglio direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti, facendone disporre dall Assemblea la revoca e la sostituzione nel caso di mancata conformazione colposa agli indirizzi dati (cfr. art. 9, lett. a, b), esercitando oltre al potere di indirizzo anche quelli di controllo e di sostituzione (cfr. art. 10, lett. b), idonei a rendere effettivo il potere di indirizzo medesimo; - CHE, per vincolo statutario (cfr. art. 5), l ISVE realizza la maggior parte della propria attività in favore della Regione stessa. RITENUTO - CHE la situazione di dipendenza formale, economica ed amministrativa e, segnatamente, di controllo gestionale e finanziario stringente della Regione Campania sull ISVE risulta tale da configurare un rapporto equivalente ad una relazione di subordinazione gerarchica, ovvero tale da far considerare l Istituto ente strumentale della Regione; - CHE, pertanto, non possa considerarsi come contratto, nell accezione comunitaria del termine, il rapporto di affidamento dalla Regione all Istituto di servizi che costituiscono oggetto della sua attività; - CHE è neutra la circostanza che l Istituto abbia natura di persona giuridica di diritto privato, essendo configurabile quale organismo di diritto pubblico; - CHE, per le circostanze sopra indicate, l affidamento diretto all ISVE del complesso di attività richieste per la realizzazione dello studio di marketing territoriale in oggetto non appare in contrasto con la normativa comunitaria e nazionale in materia di appalti di servizi; RILEVATO - CHE per la realizzazione dello studio di marketing territoriale sopra indicato, con D.D. n. 223 del 28/12/2007, è stata impegnata la somma di ,26 sul cap della U.P.B del bilancio gestionale 2007, giusto impegno definitivo n del 10/01/2008; - CHE, con nota n. 72/Amm del 29/05/08, acquisita al n di protocollo in data 04/06/08, l ISVE ha fatto pervenire al Settore Opere Pubbliche una proposta per la realizzazione del laboratorio distrettuale a servizio dell area Nord di Napoli; - CHE, per l affidamento dello studio sopra indicato, è necessario stipulare con l ISVE una apposita convenzione per regolare i termini dell affidamento, i criteri e le modalità di svolgimento dell attività richiesta, l elemento temporale, le modalità attraverso le quali esercitare la vigilanza ed il controllo sull attività dell Istituto al fine di assicurare l obiettivo prefisso, nonché gli aspetti di natura economica. RITENUTO - DI dover approvare la proposta di studio formulata dall ISVE per la realizzazione del laboratorio distrettuale a servizio dell area Nord di Napoli allegata alla nota n. 72/Amm del 29/05/08, acquisita al n di protocollo del Settore Opere Pubbliche in data 04/06/08; - DI non riconoscere all ISVE le spese generali esposte nel quadro economico contenuto in proposta, pari ad ,00, per cui l importo a base del presente affidamento si riduce ad ,00 (euro centottantunomilatrecento/00), comprensivi di I.V.A. ed eventuali altri oneri dovuti per legge; - DI dovere, per l effetto, approvare lo schema di convenzione allegato sub A) al presente decreto, di cui costituisce parte integrante; VISTO - la L.R. n. 1 del 19/01/2007; - la L.R. n. 2 del 19/01/2007; - la L.R. n. 1 del 30/01/2008; - la L.R. n. 2 del 30/01/2008; - la deliberazione di G.R. n. 160 del 10/02/2007; - la L.R. n. 14 del 17/12/2007; - il D.D. n. 223 del 28/12/2007; - la deliberazione di G.R. n. 308 del 15/02/2008 Approvazione bilancio gestionale 2008 ; - la deliberazione di G.R. n. 211 del 01/02/2008 Revisione codificazione SIOPE ; - la deliberazione di G.R. n. 369 del 07/03/2008 Rideterminazione residui passivi ; - la deliberazione di G.R. n. 194 del 28/01/2008; - il D. Lgs. 30/03/2001, n. 165 Norme generali sull ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche ; Alla stregua dell istruttoria compiuta dal Servizio 02 e della dichiarazione di conformità resa dal dirigente del Servizio stesso DECRETA per le motivazioni espresse in narrativa che qui si intendono integralmente riportate : 1) DI approvare la proposta di studio formulata dall Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico ISVE per la realizzazione del laboratorio distrettuale a servizio dell area Nord di Napoli allegata alla nota del 29/05/08, acquisita al n di protocollo del Settore Opere Pubbliche in data 04/06/08; 2) Di riconoscere all Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico ISVE per la realizzazione del laboratorio distrettuale sopra indicato l importo di ,00 (euro centottantunomilatrecento/00), da erogarsi con successivo provvedimento secondo le modalità stabilite in convenzione; 2) DI approvare lo schema di convenzione allegato sub A) al presente decreto, di cui costituisce parte integrante; 3) DI inviare il presente decreto, ad avvenuta esecutività : a) alla Segreteria di Giunta; b) all Assessore ai Lavori Pubblici; c) al Coordinatore dell A.G.C. LL.PP.; d) al Settore Stampa, documentazione e BURC per la pubblicazione; e) all Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico ISVE. Il Responsabile ing. Luigi A.M. Cicalese ALLEGATO A) Giunta regionale della Campania Convenzione per lo svolgimento di uno studio di marketing territoriale per la realizzazione del laboratorio distrettuale al servizio dell area nord di Napoli L anno duemilaotto il giorno.del mese di. tra la regione Campania (di seguito indicata semplicemente come Regione) C.F nella persona dell ing. Luigi Angelo Maria Cicalese, dirigente del Settore Opere Pubbliche, con sede in Napoli alla Via A. De Gasperi, n. 28, giusta deliberazione di Giunta regionale n. 194 del e l ISVE - Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico, con sede in Piazzale Tecchio n Mostra d Oltremare, Varco A Napoli C.F , iscritto nel registro delle Imprese di Napoli, al n , in persona del.., nato a. il.., giusta delega collegiale del.. prot. n.., domiciliato per la carica presso la sede legale dell Istituto Premesso che, con legge regionale n. 1 del , sono state approvate le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della regione Campania (legge finanziaria 2007) e, con legge regionale n. 2 del , il bilancio di previsione per l anno finanziario 2007 ed il bilancio pluriennale per il triennio ; che, con deliberazione di G.R. n. 160 del di approvazione del bilancio gestionale 2007, è stata appostata sul capitolo 2178 della U.P.B la somma di ,00, I.V.A. compresa, per il finanziamento di uno studio di marketing territoriale per la realizzazione del laboratorio distrettuale al servizio dell area Nord di Napoli; che, con L.R. n. 14 del e successiva deliberazione di G.R. n. 2188/2007 di seconda variazione al bilancio gestionale 2007, l importo di ,00 è stato decurtato ed assestato in ,26, I.V.A. compresa; che, per la realizzazione dello studio di marketing territoriale sopra specificato, con D.D. n. 223 del , è stato autorizzato l impegno della sopra indicata somma di ,26 sul cap della U.P.B del bilancio gestionale 2007; che, la regione Campania, giusta deliberazione di Giunta regionale n del , ha aderito all Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico - ISVE, associazione riconosciuta con D.P.R. n. 715 del ; che l ISVE, con nota prot. n. 72/Amm del , acquisita al n di protocollo del Settore Opere Pubbliche in data , ha fatto pervenire una proposta in merito allo studio di marketing territoriale per la realizzazione del laboratorio distrettuale a servizio dell area Nord di Napoli; che il dirigente del Settore Opere Pubbliche, con proprio decreto dirigenziale n.. del, ha approvato lo schema di convenzione regolante i rapporti tra la regione Campania e l ISVE - Istituto di Studi per lo Sviluppo Economico; Tanto premesso, tra le costituite parti, con il presente atto valido a tutti gli effetti di legge, si conviene e stipula quanto segue: Art. 1 - Premessa La premessa è patto e forma parte integrante e sostanziale del presente atto. Art. 2 - Descrizione delle attività La presente convenzione ha come obiettivo la realizzazione di una ricerca volta ad analizzare le caratteristiche socio-economiche del Distretto industriale Grumo Nevano Aversa, che comprende 21 comuni situati nelle province di Caserta e di Napoli. La base di dati ed informazioni ottenuta con la citata ricerca, nell ambito della quale si svolgerà una approfondita indagine sul campo presso i principali attori dello sviluppo economico, sarà utilizzata per sviluppare una pianificazione strategica di marketing territoriale. Le fasi principali del lavoro sono le seguenti: 1. analisi del territorio e dei fattori che possono incidere sull attrattività di investimenti esterni ed interni utilizzando il metodo dell analisi SWOT; 2. indagine sul campo presso i principali attori dello sviluppo economico, ed, in particolare, presso le imprese operanti nei settori produttivi considerati strategici per lo sviluppo dell area di riferimento. L indagine presso le imprese mira ad approfondire sia gli aspetti quantitativi che qualitativi dei sistemi ed intende raccogliere informazioni e valutazioni degli imprenditori sugli strumenti operativi più adeguati per migliorare l attrattività del territorio. Altri aspetti che saranno indagati sono: i caratteri strutturali fondamentali delle imprese, i comportamenti imprenditoriali, il rapporto tra le imprese ed il sistema dei servizi, i fabbisogni formativi e informativi del settore; 3. indagine presso gli enti pubblici e privati interessati alle politiche di sviluppo del territorio quali: gli enti territoriali (regione, province, comuni), le rappresentanze delle associazioni di categoria imprenditoriali e sindacali, gli stakeholder diretti (ASI, PIP, Agenzie di sviluppo, ecc.). Le interviste presso gli attori economici istituzionali saranno realizzate non solo in modo individuale, ma anche con la tecnica dei focus group, al fine di concertare su diversi aspetti relativi alla verifica ed interpretazione dei punti di forza e debolezza e opportunità/minacce emersi nell analisi swot, e sulle proposte di politiche di marketing territoriale. Attraverso l indagine si otterranno anche informazioni e valutazioni sulle politiche e strumenti di marketing territoriale finora progettate e realizzate utili ad evidenziare i risultati raggiunti e le problematiche emerse; 4. la fase finale del lavoro consiste nella stesura del rapporto di ricerca che riporta l elaborazione dei risultati dell indagine con relativa predisposizione delle tavole statistiche analitiche e dei grafici esplicativi e sintetici. Il documento riporta, infine, le valutazioni conclusive, le aree di intervento e gli strumenti che si ritiene possano risultare più efficaci per favorire la valorizzazione del territorio. Art. 3 Durata contrattuale Tute le attività sopra elencate dovranno essere completate nel termine massimo di 12 mesi dalla sottoscrizione del presente atto. Art. 4 Norme regolatrici della convenzione L esecuzione della presente convenzione è regolata: a. dalle clausole del presente atto, dalle vigenti disposizioni di legge e di regolamento per l amministrazione del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato; b. dal Capitolato d oneri generali per le forniture ed i servizi eseguiti a cura del Provveditorato generale dello Stato (D.M ) e successive modifiche; c. dal Codice Civile e dalle altre disposizioni normative vigenti in materia di contratti di diritto privato per quanto non regolato dalle disposizioni di cui ai precedenti. Le clausole della presente convenzione sono sostituite, modificate od abrogate automaticamente per effetto di norme aventi carattere dispositivo contenute in leggi o regolamenti che dovessero entrare in vigore successivamente alla sottoscrizione del contratto stesso. Art. 5 Importo contrattuale, rapporti tecnici e modalità di pagamento Quale corrispettivo per le attività oggetto della presente convenzione sarà corrisposto all ISVE un compenso complessivo pari a.., (euro../..) compreso I.V.A. ed altri oneri, laddove dovuti per legge. Resta ben inteso che tale remunerazione coprirà ogni adempimento necessario alla completa conclusione delle prestazioni di cui all art. 2. Il pagamento avverrà con le seguenti modalità : a. il 30% del corrispettivo, previa presentazione di regolare fattura, alla consegna di una relazione dettagliata degli interventi programmati e del cronoprogramma dei tempi di realizzazione dello studio; b. il restante 70% alla consegna dello studio commissionato, previa presentazione di regolare fattura, corredata da una puntuale rendicontazione delle attività espletate. Il pagamento del compenso è subordinato alla constatazione della regolarità e buona esecuzione del servizio reso da parte del Settore regionale Opere Pubbliche. Art. 6 - Sede delle attività Le attività di cui alla presente convenzione saranno svolte presso la sede dell ISVE. Tutte le attrezzature che si rendessero necessarie per il loro svolgimento saranno messe a disposizione dall ISVE stesso. Art. 7 - Clausola di manleva L ISVE si obbliga espressamente a manlevare la Regione da ogni e qualsiasi obbligo ed onere in relazione ai rapporti di lavoro posti in essere per la propria organizzazione, siano essi di tipo professionali, siano essi di tipo subordinato (dipendenti e/o collaboratori). Art. 8 - Penalità Per ogni giorno di ritardo oltre i termini sopra stabiliti all articolo 3, entro un massimo di trenta giorni, l ISVE incorrerà nella penale di 1.000,00 (mille/00). Nel caso in cui l ISVE accumuli un ritardo che ecceda i trenta giorni, la Regione resterà libera da ogni impegno preso nei confronti dello stesso, senza che quest ultimo possa pretendere compensi o indennizzi di sorta. Art. 9 - Oneri fiscali Essendo le prestazioni della presente convenzione gravate da I.V.A., la stessa è soggetta a registrazione solo in caso d uso ed in misura fissa, ai sensi dell art. 5, comma 2, del D.P.R. n. 131/1986. Tutte le spese relative all eventuale registrazione sono a carico della parte che la richiede. Art Corrispondenza La corrispondenza e la documentazione tecnica dovranno essere inoltrate ai seguenti indirizzi: Giunta regionale della Campania Area Generale di Coordinamento LL.PP. Settore Opere Pubbliche Via A. De Gasperi n Napoli ISVE - Istituto di studi per lo sviluppo economico Piazzale Tecchio n Mostra d Oltremare, Varco A Napoli Art Obbligo di riservatezza L ISVE si renderà garante che il proprio personale destinato allo svolgimento delle attività di cui alla presente convenzione mantenga, nei confronti di qualsiasi persona non autorizzata, la riservatezza per quanto attiene a informazioni, cognizioni e documenti dei quali verrà a conoscenza, ai sensi del D. Lgs. 30/06/2003 n Art Utilizzazione dei risultati I risultati ottenuti nell ambito delle attività di cui alla presente convenzione rimarranno di proprietà del Committente, il quale ne potrà disporre pienamente e liberamente. Art Assicurazioni Ciascuna parte provvederà alle coperture assicurative di legge del proprio personale che, in virtù della presente convenzione, verrà chiamato a frequentare le sedi di esecuzione delle attività. Art Risoluzione Il rapporto contrattuale viene risolto ipso iure in caso di grave inadempimento e nei seguenti casi indicati a mero titolo esemplificativo: a) mancato rispetto degli obblighi di cui all art. 2 (Descrizione delle attività); b) mancato rispetto degli obblighi di cui all art. 5 (Importo contrattuale, rapporti tecnici e modalità di pagamento); c) ritardo nell esecuzione dello studio eccedente i 30 gg. di cui all art.8 (Penalità); d) violazione degli obblighi di cui all art. 11 (Obbligo di riservatezza). Art Recesso L ISVE ha la facoltà di recedere dalla presente convenzione mediante preavviso di giorni sessanta, da comunicare mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento, solo per comprovate gravi cause, sopravvenute indipendentemente dalla volontà dell ISVE stesso. In tale eventualità, le sole attività regolarmente effettuate fino alla data di scadenza anticipata della convenzione saranno compensate. La Regione ha la facoltà di recedere dalla presente convenzione per giustificati motivi in ogni momento ed a qualsiasi stato di avanzamento delle attività. In tale eventualità, le sole attività regolarmente effettuate fino alla data di scadenza anticipata della convenzione saranno compensate. Art Controversie Per tutte le controversie che dovessero insorgere in dipendenza della presente Convenzione, sarà competente il Foro di Napoli. per l Istituto di studi per lo sviluppo economico per la regione Campania Luigi Angelo Maria Cicalese Le parti accettano ai sensi dell art c.c. comma 2 le clausole di cui agli artt. 14, 15 e 16. per l Istituto di studi per lo sviluppo economico per la regione Campania Luigi Angelo Maria Cicalese
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks