Metodo Golfera - Dispensa Per Medici

Description
Tecniche di memoria di Gianni Golfera per avere una memoria di ferro

Please download to get full document.

View again

of 74
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Documents

Publish on:

Views: 8 | Pages: 74

Extension: PDF | Download: 0

Share
Tags
Transcript
  1 INDICEParte per studenti di medicina: 1.   Parole, parole, parole 22.   Mnemotest-i 123.   I numeri giusti 304.   La chimica della memoria 335.   La formula per ricordare 386.   Grafica-mente 417.   Anatomica-mente 45 8.   Esame al microscopio 49  9.   Biopsia positiva 52   Parte per medici:  1.   Conoscere i pazienti 542.   Un mnemonista in corsia 583.   Principio attivo: Memorina 624.   Aggiorna-menti 65 5.   Valori calorici 67   6.   Giochiamo a memory 697.   Un agenda in testa 71 Un po’ di relax 73  2 PARTE PER STUDENTI DI MEDICINA E CHIRURGIAI) PAROLE, PAROLE, PAROLEMemorizzare elenchi di termini  Il Metodo Golfera ci permette di memorizzare perfettamente lunghi elenchi di terminiin modo semplice ed efficace e dopo una sola lettura. Non importa quanto complessi eastrusi essi siano.Ciò che dobbiamo fare è associare a ciascuna parola un’immagine EMAICE e farlainteragire con la successiva, il tutto lungo le pareti di una stanza.E’ molto utile far interagire la prima immagine con un elemento d’arredo, perchéquesta è normalmente la meno semplice da ricordare; le immagini successiveseguiranno a cascata.Ecco qualche esempio: 1) I muscoli della spalla - Anatomia I muscoli della spalla sono:I.    Muscolo deltoide ;II.    M. sottoscapolare ;III.    M. sopraspinato ;IV.    M. infraspinato ;V.    M  .  piccolo rotondo ;VI.    M  . grande rotondo .[liberamente tratto da “Trattato di anatomia umana”, Giuseppe Anastasi et al.,IVedizione, 2006, Edi-Ermes, I volume, pp. 204.] Dalla credenza posta nell’angolo della mia cucina esce un deltaplano ( muscolodeltoide ) che si infila sotto ai piedi di mio zio Tommaso, il quale è scapolo ( m.sottoscapolare ). Tommaso impaurito (è una persona molto timida e timorosa, equesto gioca a mio favore nella creazione delle immagini) spicca un salto per la paura,lanciando un urlo, ma si punge la testa su un cespuglio di rose rosse dalle gigantesche spine che cresce sul soffitto ( m. sopraspinato ). La botta che mio zio da sul soffitto ètalmente forte da far cadere il cespuglio e dei calcinacci dentro un’enorme birraBeck’s appena spinata ( m. infraspinato ); mentre visualizzo il boccale di frizzantebirra immagino anche il suo sapore, magari durante la serata con gli amici dell’altrasera. Il bicchiere, che ha gambe e braccia, calcia un  pallone da basket  ( m. piccolorotondo ) contro Re Artù e i cavalieri riuniti attorno alla tavola rotonda , colpendo ilprimo in pieno volto e facendolo ruzzolare all’indietro ( m. grande rotondo ). Ladifferenza di dimensioni fra il pallone e il tavolo mi aiuta a distinguere il m. piccolorotondo dal m. grande rotondo, tuttavia la memoria naturale mi avrebbe aiutato aricordare l’esistenza di entrambi anche solo con un’immagine per il termine“rotondo”, ad es. un gigantesco mappamondo. 2) Gli ormoni dell’adenoipofisi - Endocrinologia  3Per memorizzare elenchi di nomi, o sigle, è utile a volte creare un’immaginedell’acronimo delle parole che formano l’elenco.Ad esempio gli ormoni prodotti dalla ghiandola adenoipofisi sono 6, e ciascuno vieneidentificato con una sigla, che deriva dal suo nome in lingua inglese:I.   GH - Ormone dell’accrescimento o somatotropo;II.   ACTH - O. Adrenocorticotropo;III.   TSH - O. Tireotropo;IV.   FSH - O. Follicolo-stimolante;V.   LH - O. Luteinizzante;VI.   PRL - Prolattina;L’acronimo delle sigle degli ormoni è GATFLP; inserendovi qualche lettera per dargliun senso compiuto ottengo: GATto FeLPa . Immagino quindi il mio gatto che indossauna mia  felpa oppure Gatto Silvestro che porta una felpa sgargiante, ad esempio dicolore fucsia. Lo visualizzo quindi all’interno della sella turcica di un enorme ossosfenoide (la sede anatomica dell’ipofisi).In alternativa posso figurarmi  Ade , il dio greco degli inferi (che posso identificare conla morte, con il mantello nero, il cappuccio e la falce) che scuote il capo e dice “ no ”mentre tiene in equilibrio sulla testa il mio professore di  fisica (ade-no-ipo(sotto)-fisi).Poi la morte comincia a rincorrere il mio gatto che indossa una buffa felpa.Grazie all’immagine del mio gatto con la felpa risalgo all’acronimo GATFLP e daquesto agli ormoni prodotti dall’adenoipofisi, GH, ACTH, TSH, FSH, LH e PRL.Sarà necessario ricorrere all’immagine solo per le prime due volte, poi l’utilizzarel’informazione acquisita ci permetterà di ricordare tutti gli ormoni senza visualizzarenuovamente l’immagine, che verrà dimenticata. Le informazioni, cioè i nomi degliormoni, rimarranno invece stabilmente fissi nella memoria a lungo termine. 3) Il muscolo grande pettorale - Anatomia Il Metodo Golfera permette un’interazione dinamica e stimolante con la materia distudio, grazie alla sua duttilità e praticità.Possiamo infatti “rimaneggiare” il testo e memorizzarlo secondo un modello disequenza da noi stabilito, in cui l’ordine delle informazioni può essere diverso daquello del testo stesso. Questo risulta molto utile quando è necessario ricordarenumerose parti simili fra loro.Questa tecnica è facilmente applicabile, ad esempio, nella memorizzazione dellecaratteristiche importanti di un muscolo, come srcini ed inserzioni, la sua azione e ilnervo o i nervi che lo innervano.Stabiliamo quindi un modello di sequenza che poi sarà applicato ad ogni muscolo chevorremo memorizzare.Nel nostro caso: ã   Origini; ã   Nome del muscolo; ã   Inserzioni; ã   Azione; ã   Innervazione.  4E’ utile porre il muscolo fra le srcini e le inserzioni sia perché richiama la realeconformazione della struttura anatomica, sia per evitare di confondere le une con lealtre.Chiaramente il modello può essere riadattato e personalizzato per farlo proprio erenderlo più efficace per ogni esigenza.Grazie a questa strategia saremo in grado di ordinare le informazioni nel modo a noipiù congeniale e l’interazione con il testo renderà lo studio più interessante emotivante.Le caratteristiche salienti del muscolo grande pettorale sono:a.   Origini: la parte clavicolare srcina dalla metà mediale del margine anterioredella clavicola ; la parte sternocostale dalla  faccia anteriore dello sterno e dalla seconda alla sesta cartilagine costale ; la parte addominale dalla  partesuperiore della lamina anteriore della guaina dei muscoli retti anterioridell’addome .b.   Muscolo grande pettorale;c.   Inserzioni: cresta del tubercolo maggiore dell’omero ;d.   Azione: adduce e ruota internamente l’omero ;e.   Innervazione: nervi toracici anteriori ;[tratto da “Trattato di anatomia umana”, Giuseppe Anastasi et al.,IV edizione, 2006,Edi-Ermes, I volume, pp. 170.] So che la prima o le prime immagini corrispondono alle srcini del muscolo, e non èquindi necessario che crei un’immagine anche per il termine “srcini”.Immagino un uomo di Neanderthal che con un’enorme clava spacca a metà illavandino di casa mia, dal quale esce quindi un forte getto d’ acqua ( parteclavicolare ; “colare” mi richiama l’acqua). L’immagine mi permette di memorizzareche il m. grande pettorale srcina da metà della clavicola . Sarà poi la memorianaturale a ricordarmi che srcina dalla metà mediale e non da quella distale e dalmargine anteriore e non da quello posteriore. Tutto questo lo ricordo semplicementedopo aver visto attentamente anche una sola volta l’immagine anatomica del grandepettorale. Anche la logica mi viene in soccorso: ovviamente il muscolo grandepettorale non può srcinare dalla parte posteriore della clavicola. Questoragionamento è applicabile a ogni muscolo e a moltissime strutture anatomiche.Il getto d’acqua che sprizza dal lavandino rotto mi infradicia completamente, mentretengo in mano una gigantesca schedina e grido dalla gioia per aver fatto terno al lotto.Mi immagino saltellante su una roccia che mi richiama una costa rocciosa ( partesternocostale ). Sto sbracciando con tanta veemenza che con la schedina colpisco un cigno nero intento a giocare a carte con una grande ciliegia blu , che tiene in manouna gigantesca costina ( dalla 2 a alla 6 a cartilagine costale ; “cartilagine”  carta). Laciliegia poi colpisce in testa  Napoleone (un dominatore) con la costina, mentre stadando da bere a delle piante con una gigantesca canna dell’acqua color verdesmeraldo ( parte addominale ; “dominale” mi richiama “dominare” e da quiNapoleone). La canna dell’acqua, fatta di gomma, mi richiama la guaina . Che si trattadella guaina dei muscoli retti anteriori dell’addome lo ricordo grazie alla visionedell’atlante di anatomia. Non è quindi necessario creare delle immagini anche perquesti termini.Napoleone allora si mette a ballare con Arnold Schwarzenegger che ha degli enormi pettorali ( muscolo grande pettorale ). Quest’ultimo dà uno spintone a un punk con
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks
SAVE OUR EARTH

We need your sign to support Project to invent "SMART AND CONTROLLABLE REFLECTIVE BALLOONS" to cover the Sun and Save Our Earth.

More details...

Sign Now!

We are very appreciated for your Prompt Action!

x