inoltre che il timer on/off funzioni correttamente.

Description
Odore di gas In caso si percepisca odore di gas assicurarsi che non vi siano perdite nell'impianto di alimentazione o nel circuito del gas all'interno della caldaia. Punti particolarmente delicati, e da

Please download to get full document.

View again

of 31
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Information
Category:

Essays

Publish on:

Views: 2 | Pages: 31

Extension: PDF | Download: 0

Share
Transcript
Odore di gas In caso si percepisca odore di gas assicurarsi che non vi siano perdite nell'impianto di alimentazione o nel circuito del gas all'interno della caldaia. Punti particolarmente delicati, e da sottoporre a controllo specifico, sono le giunture. Assicurarsi che siano a tenuta. Odore di gas incombusti L'odore di gas incombusti che proviene dalla caldaia può essere segnale di problemi alla canna fumaria o nel circuito dei fumi, di perdite nello scambiatore di rame o di una combustione non corretta dei gas. Controllare quindi che la combustione avvenga in modo corretto e che i fumi prodotti fuoriescano dalla caldaia. Condensa sulla caldaia La presenza di condensa sulla caldaia indica problemi di temperatura, nella combustione e nel consumo di gas o alla canna fumaria. Per eliminare la condensa controllare i valori della temperatura e riportarli nel range ottimale, assicurarsi che la canna fumaria sia intatta e non ostruita e che il consumo del gas e la combustione siano nei parametri e non vi siano perdite o picchi. Combustione non regolare Se la combustione non è regolare occorre verificare che i bruciatori interni della caldaia siano in buone condizioni, che gli augelli siano puliti e che siano della dimensione giusta e che la pressione del gas bruciatore sia adeguata. Ritardi di accensione con scoppi al bruciatori Quando l'accensione non è regolare potrebbero esserci problemi nello scambiatore di rame, agli elettrodi di accensione o nella pressione del gas del bruciatore. Per riportare la situazione alla normalità controllare i valori della pressione del gas e la pulizia degli elettrodi. La caldaia si sporca in breve tempo Se la caldaia, nonostante la pulizia periodica, risulta sempre sporca è bene controllare la canna fumaria e la regolare combustione nonché il regolare consumo di gas. È bene, in questo caso, effettuare un'analisi della combustione e verificare la quantità di gas consumata. Led pannello comandi spento Se i led del pannello comandi sono spenti possono esserci due cause: mancanza di alimentazione elettrica al pannello e alla caldaia o un malfunzionamento della scheda di controllo. Occorre quindi innanzitutto controllare che il circuito di alimentazione sia integro e non siano presenti parti bruciate o scoperte. In seconda battuta controllare la scheda di controllo. Funzione est/inv selezionata: LED rosso accesso e fisso Il LED rosso fisso è segno di diversi problemi legati alla scheda di controllo, di cui va verificata l'integrità. Controllare che il collegamento tra elettrodo e apparecchiatura sia integro e funzionante. Verificare la condizione dell'elettrodo, che va comunque sostituito ogni due anni. Assicurarsi che il termostato e la scheda di controllo siano collegati e che il termostato limite sia integro. Assicurarsi inoltre, sempre per anomalie legate al termostato, che il circuito idraulico sia intatto. Verificare le condizioni del termostato dei fumi, del circuito dei fumi e che il contatto tra scheda di controllo e termostato dei fumi sia integro. Controllare il pressostato e il circuito dell'acqua e che il circuito che collega pressostato, scheda di controllo e circolatore sia integro. Verificare che la sonda del riscaldamento sia funzionante e correttamente collegata alla scheda di controllo. Funzione est/inv selezionata: LED verde lampeggio frequente Se il LED verde si accende e lampeggia con insistenza occorre verificare che il termostato dei fumi funzioni correttamente e che il circuito dei fumi non abbia perdite. Intervenire, in alternativa, sul pressostato dell'acqua, assicurandosi che tutte le componenti del circuito idraulico siano integre. Controllare che la sonda del riscaldamento sia intatta. Assicurarsi che tutte le componenti siano collegate in modo corretto alla scheda di controllo e che questa non presenti parti annerite o rovinate in modo da creare malfunzionamenti. Funzione est/inv selezionata senza richiesta: LED giallo acceso Se si accende il LED giallo occorre verificare la sonda sanitario e la scheda di controllo, assicurandosi che siano integre e correttamente collegate. La valvola a 3 vie non commuta verso il circuito in chiamata Se la valvola a 3 vie non funziona correttamente, occorre controllare che la valvola stessa sia integra e che sia correttamente collegata con la scheda di controllo. Assicurarsi poi che il termostato ambiente funzioni e che invii correttamente la richiesta. Controllare anche il flussostato sanitario e il collegamento con la scheda di controllo che non deve presentare punti rovinati o bruciature. Il circolatore non funziona in riscaldamento o in sanitario Se si verificano problemi al circolatore, controllarne l'integrità e, in seconda battuta, controllare il termostato ambientale e il fluffostato sanitario. Assicurarsi sempre che la scheda di controllo sia funzionante e che gli elementi siano collegati in modo adeguato e sicuro alla scheda. Mancata accensione Se la caldaia non si accende potrebbe non arrivare gas alla caldaia o esserci un problema con la valvola del gas. Assicurarsi che non vi siano perdite nel circuito del gas e che la scarica di accensione funzioni correttamente. Mancato raggiungimento del minimo potenza Se la caldaia non raggiunge il minimo di potenza potrebbe essere un problema del modulatore. Assicurarsi quindi che il modulatore sia integro e connesso alla scheda di controllo. Verificare inoltre che il timer on/off funzioni correttamente. Mancato raggiungimento massima potenza Il mancato raggiungimento della massima potenza può essere dovuto a modulatore o valvola del gas difettosi. Assicurarsi che valvola e modulatore siano integri. Controllare inoltre che il circuito del gas non sia sottodimensionato. Mancato spegnimento e/o riaccensione in richiesta sanitaria e/o riscaldamento Se si verifica questa anomalia potrebbero esserci problemi al termostato ambiente o al flussostato. occorre quindi controllare che entrambi funzionino correttamente e che siano adeguatamente collegati alla scheda di controllo. Scarsa produzione di acqua calda sanitaria Quando l'acqua calda sanitaria non è sufficiente potrebbe esserci pressione eccessiva nella rete idrica e sarebbe quindi bene installare un limitatore di pressione. Potrebbe inoltre esserci un deposito di calcare nello scambiatore che va quindi pulito. Verificare anche che la temperatura impostata sul termostato sia adeguata. Frequente intervento della valvola di sicurezza riscaldamento Se la valvola di sicurezza si attiva spesso è bene controllare la pressione dei circuito, del rubinetto di riempimento e della valvola e l'integrità del vaso di espansione. 1 CONFORMITÀ Le caldaie sono conformi a: Direttiva Gas 90/396/CEE Direttiva Rendimenti 92/42/CEE ed all allegato E del D.P.R. 26 Agosto 1993 n 412 Direttiva Compatibilità Elettromagnetica 89/336/CEE Direttiva Bassa Tensione 73/23/CEE 0694 GAMMA MODELLO COMBUSTIBILE CODICE 24 KI 24 KI 28 KI 28 KI Metano GPL Metano Metano + Kit trasformazione GPL Gentile Tecnico, ci complimentiamo con Lei per aver proposto una caldaia in grado di assicurare il massimo benessere per lungo tempo con elevata affidabilità, efficienza, qualità e sicurezza. Con questo libretto desideriamo fornirle le informazioni che riteniamo necessarie per una corretta e più facile installazione della caldaia senza voler aggiungere nulla alla Sua competenza e capacità tecnica. Buon lavoro e rinnovati ringraziamenti. Divisione Riello Trade GARANZIA La caldaia convalida da parte del Servizio Tecnico di Assistenza pagine gialle alla voce Caldaie. gode di una GARANZIA SPECIFICA a partire dalla data di della Sua Zona che può trovare sulle La invitiamo quindi a rivolgersi tempestivamente al suddetto Servizio Tecnico il quale A TITOLO GRATUITO effettuerà la messa in funzione della caldaia alle condizioni specificate nel CERTIFICATO DI GARANZIA, fornito con la caldaia, che Le suggeriamo di leggere con attenzione. 3 INDICE GENERALE Avvertenze generali pag. 5 Regole fondamentali di sicurezza 5 Descrizione della caldaia 6 Dispositivi di sicurezza 6 Identificazione 6 Struttura 7 Dati tecnici 8 Accessori 8 Circuito idraulico 9 Circolatore 9 Schema elettrico funzionale 10 Schema elettrico multifilare 11 INSTALLATORE Pannello di comando pag. 12 Ricevimento del prodotto 13 Dimensioni e peso 13 Movimentazione 13 Locale di installazione della caldaia 14 Installazione su impianti vecchi o da rimodernare 14 Installazione della caldaia 14 Collegamenti idraulici 16 Collegamenti elettrici 17 Collegamento gas 19 Scarico fumi ed aspirazione aria comburente 19 Caricamento e svuotamento impianti 20 SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA Preparazione alla prima messa in servizio pag. 21 Prima messa in servizio 22 Controlli durante e dopo la prima messa in servizio 23 Segnalazioni luminose ed anomalie 25 Spegnimento temporaneo 26 Spegnimento per lunghi periodi 26 Manutenzione 26 Regolazioni 27 Trasformazioni da un tipo di gas all altro 28 Pulizia della caldaia e smontaggio dei componenti interni 29 Eventuali anomalie e rimedi 32 Informazioni utili 37 In alcune parti del libretto sono utilizzati i simboli: ATTENZIONE= per azioni che richiedono particolare cautela ed adeguata preparazione. VIETATO= per azioni che NON DEVONO essere assolutamente eseguite. Questo libretto cod REV. 1 (10/01) è composto da 40 pagine. 4 INDICE AVVERTENZE GENERALI Dopo aver tolto l imballo assicurarsi dell integrità e della completezza della fornitura ed in caso di non rispondenza, rivolgersi all Agenzia che ha venduto la caldaia. Verificare periodicamente che la pressione di esercizio dell impianto idraulico sia compresa tra 1 e 1,5 bar. In caso contrario far intervenire il Servizio Tecnico di Assistenza oppure personale professionalmente qualificato. L installazione della caldaia deve essere effettuata da impresa abilitata ai sensi della Legge 5 Marzo 1990 n 46 che a fine lavoro rilasci al proprietario la dichiarazione di conformità di installazione realizzata a regola d arte, cioè in ottemperanza alle Norme vigenti ed alle indicazioni fornite dalla nel presente libretto di istruzione. La caldaia deve essere destinata all uso previsto dalla per il quale è stata espressamente realizzata. È esclusa qualsiasi responsabilità contrattuale ed extracontrattuale della per danni causati a persone, animali o cose, da errori d installazione, di regolazione, di manutenzione e da usi impropri. In caso di fuoriuscite d acqua chiudere l alimentazione idrica ed avvisare, con sollecitudine, il Servizio Tecnico di Assistenza oppure personale professionalmente qualificato. Il non utilizzo della caldaia per un lungo periodo comporta l effettuazione almeno delle seguenti operazioni: - Posizionare l interruttore principale dell apparecchio e quello generale dell impianto su spento - Chiudere i rubinetti del combustibile e dell acqua dell impianto termico - Svuotare l impianto termico e quello sanitario se c è pericolo di gelo. La manutenzione della caldaia deve essere eseguita almeno una volta all anno. Questo libretto e quello per l Utente sono parte integrante dell apparecchio e di conseguenza devono essere conservati con cura e dovranno SEM- PRE accompagnare la caldaia anche in caso di sua cessione ad altro proprietario o utente oppure di un trasferimento su altro impianto. In caso di danneggiamento o smarrimento richiederne un altro esemplare al Servizio Tecnico di Assistenza di Zona. REGOLE FONDAMENTALI DI SICUREZZA Ricordiamo che l utilizzo di prodotti che impiegano combustibili, energia elettrica ed acqua comporta l osservanza di alcune regole fondamentali di sicurezza quali: È vietato l uso della caldaia ai bambini ed alle persone inabili non assistite. È vietato azionare dispositivi o apparecchi elettrici quali interruttori, elettrodomestici ecc. se si avverte odore di combustibile o di incombusti. In questo caso: - Aerare il locale aprendo porte e finestre - Chiudere il dispositivo d intercettazione del combustibile - Fare intervenire con sollecitudine il Servizio Tecnico di Assistenza oppure personale professionalmente qualificato. È vietato toccare la caldaia se si è a piedi nudi e con parti del corpo bagnate. È vietata qualsiasi operazione di pulizia prima di aver scollegato la caldaia dalla rete di alimentazione elettrica posizionando l interruttore generale dell impianto su spento. È vietato modificare i dispositivi di sicurezza o di regolazione senza l autorizzazione e le indicazioni del costruttore della caldaia. È vietato tirare, staccare, torcere i cavi elettrici fuoriuscenti dalla caldaia anche se questa è scollegata dalla rete di alimentazione elettrica. È vietato tappare o ridurre dimensionalmente le aperture di aerazione del locale di installazione, se sono presenti. Le aperture di aerazione sono indispensabili per una corretta combustione e per la sicurezza. È vietato lasciare contenitori e sostanze infiammabili nel locale dove è installata la caldaia. È vietato esporre la caldaia agli agenti atmosferici. Essa non è progettata per funzionare all esterno e non dispone di sistemi antigelo sufficienti. È vietato disperdere e lasciare alla portata dei bambini il materiale dell imballo in quanto può essere potenziale fonte di pericolo. GENERALE 5 DESCRIZIONE DELLA CALDAIA KI sono caldaie murali a gas per il riscaldamento di ambienti e per uso sanitario disponendo di uno scambiatore a piastre in acciaio inossidabile. Sono caldaie a gestione elettronica con accensione automatica, controllo di fiamma a ionizzazione e modulanti in riscaldamento e in sanitario. Sono a camera di combustione aperta e vengono classificate nelle categorie B11-BS. La commutazione dei regimi riscaldamento e sanitario avviene con valvola tre vie elettrica che in posizione di riposo si trova in sanitario. Per garantire una corretta portata dell acqua nello scambiatore le caldaie sono dotate di un by-pass automatico. Sono complete degli accessori di sicurezza, espansione e distribuzione. Le caldaie sono dotate di: - Gestione e controllo a microprocessore con autodiagnosi visualizzata attraverso led. - Antibloccaggio circolatore e valvola tre vie - Antigelo di primo livello (adatto per installazioni interne) - Predisposizione per termostato ambiente o programmatore orario o valvole di zona DISPOSITIVI DI SICUREZZA La caldaia di sicurezza: IDENTIFICAZIONE è dotata dei seguenti dispositivi Valvola di sicurezza e pressostato acqua intervengono in caso di insufficiente o eccessiva pressione idraulica (max 3 bar-min 0,7 bar). Termostato limite temperatura scambiatore interviene ponendo la caldaia in stato di arresto di sicurezza se la temperatura del circuito supera il limite (102±3 C), è inserito nel corpo dello scambiatore Termostato fumi interviene (68±3 C) ponendo la caldaia in stato di arresto di sicurezza se vi è rigurgito di prodotti della combustione nella cappa; è posto sul tegolo sinistro del dispositivo rompitiraggio antivento (termostato tipo PEPI C ). L intervento dei dispositivi di sicurezza indica un malfunzionamento della caldaia potenzialmente pericoloso, pertanto contattare immediatamente il Servizio di Assistenza tecnica. Il termostato fumi interviene non solo per un difetto del circuito di evacuazione prodotti della combustione, ma anche per casuali condizioni atmosferiche. Pertanto è possibile, dopo una breve attesa, provare a rimettere in servizio la caldaia (vedi capitolo prima messa in servizio). L intervento ripetuto del termostato fumi indica che l evacuazione dei prodotti della combustione avviene verso l ambiente di installazione della caldaia, con possibile combustione incompleta o formazione di monossido di carbonio, condizione di massima pericolosità. Contattare immediatamente il Servizio di Assistenza tecnica. La caldaia non deve, neppure temporaneamente, essere messa in servizio con i dispositivi di sicurezza non funzionanti o manomessi. La sostituzione dei dispositivi di sicurezza deve essere effettuata dal Servizio di Assistenza tecnica, utilizzando esclusivamente componenti originali del fabbricante, fare riferimento al catalogo ricambi a corredo della caldaia. Dopo aver eseguito la riparazione effettuare una prova di accensione e verificare il corretto funzionamento del termostato scarico fumi. Le caldaie - Etichetta imballo sono identificabili attraverso: - Targhetta Tecnica Riporta i dati tecnici e prestazionali. La manomissione, l asportazione, la mancanza della Targhetta Tecnica o quant altro non permetta la sicura identificazione del prodotto, rende difficoltosa qualsiasi operazione di installazione e manutenzione. 6 GENERALE GARANZIA STRUTTURA GAS MANDATA RISC. ACQUA CALDA RITORNO RISC. ACQUA FREDDA 1 - SONDA NTC SANITARIO 2 - VALVOLA DI SCARICO IMPIANTO 3 - SCAMBIATORE ACQUA SANITARIA 4 - PRESSOSTATO ACQUA 5 - VALVOLA GAS 6 - TRASFORMATORE REMOTO 7- BRUCIATORE 8 - TERMOSTATO LIMITE 9 - SCAMBIATORE PRINCIPALE 10 - SONDA NTC RISCALDAMENTO 11- TERMOSTATO FUMI 12- VASO ESPANSIONE 13- ELETTRODO ACCENSIONE/RILEVAZIONE FIAMMA 14- VALVOLA SFOGO ARIA 15- VALVOLA TRE VIE ELETTRICA 16- CIRCOLATORE 17- VALVOLA DI SICUREZZA 18- FLUSSOSTATO 19- LIMITATORE DI PORTATA 20- RUBINETTO DI RIEMPIMENTO GENERALE 7 DATI TECNICI DESCRIZIONE MODELLO 24 KI 28 KI Combustibile G20 G30 G31 G20 G30 G31 Categoria apparecchio II2H3+ II2H3+ Tipo apparecchio B11 BS B11 BS Potenza termica focolare (Hi) 26,7 31,9 kw Potenza termica utile 24,1 28,8 kw Potenza termica focolare ridotta (riscaldamento) (Hi) 10,4 10,7 kw Potenza termica utile ridotta (riscaldamento) 8,7 8,8 kw Potenza termica focolare ridotta (sanitario) (Hi) 10,4 10,7 kw Potenza termica utile ridotta (sanitario) 8,7 8,8 kw Rendimento utile a Pn* 88,5 90,3 % Rendimento utile al 30% di Pa* 87,9 86,9 % Perdita al mantello a bruciatore acceso (potenza max) 1,67 0,89 % Perdita al mantello a bruciatore spento 0,8 0,8 % Temperatura fumi ( t) potenza massima/minima 115/77 110/75 113/75 105/70 107/69 110/71 C Portata massica fumi** potenza massima 0,022 0,015 0,015 0,019 0,018 0,019 kg/sec Portata massica fumi** potenza minima 0,020 0,014 0,015 0,025 0,018 0,017 kg/sec Eccesso d aria (λ) potenza massima 2,39 1,68 1,68 2,13 1,64 1,72 m 3 /m 3 Eccesso d aria (λ) potenza minima 5,59 4,06 4,28 6,52 5,00 4,89 m 3 /m 3 CO 2 al massimo**/minimo** 4,9/2,1 8,3/3,4 8,1/3,2 5/2 8,5/2,8 7,9/2,8 % CO S.A. al massimo**/minimo** inferiore a 90/70 150/ / /80 200/ /120 ppm NO X S.A. al massimo**/minimo** inferiore a 160/ / / / / /71 ppm Classe NO X 2 2 Pressione massima di esercizio riscaldamento 3 3 bar Temperatura massima ammessa C Campo di selezione temperatura acqua caldaia (± 3 C) C Contenuto acqua caldaia 2,3 2,6 l Alimentazione elettrica Volt -Hz Potenza elettrica assorbita massima W Grado di protezione elettrica X4D X4D IP Volume vaso di espansione 8 8 l Precarica vaso di espansione 1 1 bar * Rendimento ottenuto secondo norma europea EN297 (Pa è la media aritmetica delle potenze max e min indicate) ** Verifica eseguita con: tubo ø 130 lunghezza 0,5 m. (per modelli 24 kw) e tubo ø 140 lunghezza 0,5 m. (per modelli 28 kw) DESCRIZIONE SANITARIO 24 KI 28 KI Contenuto acqua sanitario 0,25 0,25 l Pressione massima 6 6 bar Pressione minima 0,15 0,15 bar Quantità di acqua calda con t 25 C 13,8 16,5 l/min Quantità di acqua calda con t 30 C 11,5 13,8 l/min Campo di selezione temperatura acqua sanitaria (± 3 C) C Portata minima acqua sanitaria 2 2 l/min Limitatore di portata l/min ACCESSORI Sono disponibili gli accessori sottoriportati da richiedere separatamente. ACCESSORIO CODICE Kit disgiuntore idrico Kit circolatore alta prevalenza Kit rubinetti impianto di riscaldamento Kit rubinetti riscaldamento con filtro Kit vaso d espansione da 10 l Kit scarichi fumi Kit raccordi di sostituzione Vedi Listocatalogo Vedi Listocatalogo 8 GENERALE CIRCUITO IDRAULICO G M AC R AF R - Ritorno riscaldamento M - Mandata riscaldamento G - Gas AC - Acqua calda AF - Acqua fredda 1 - Scambiatore a piastre sanitario 2 - Sonda NTC sanitario 3 - By-pass automatico riscaldamento 4 - Rubinetto di scarico acqua riscaldamento 5 - Valvola d
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks